GIOVANI. Giarrizzo e Alaimo: Ottima iniziativa il Tour Neet Working, accompagneremo la ministra Dadone a Palermo il 22 e 23 maggio.

GIOVANI. Giarrizzo e Alaimo: Ottima iniziativa il Tour Neet Working, accompagneremo la ministra Dadone a Palermo il 22 e 23 maggio.

“Parte lunedì 11 aprile 2022, “NEET Working Tour”, la campagna informativa che si sposterà in tutta Italia, rivolta a giovani inattivi di età compresa tra i 14 e i 35 anni che non studiano, non lavorano e non fanno formazione. Il 22 e 23 maggio il tour si sposterà in Sicilia, a Palermo, quale tappa di chiusura. Un’ottima iniziativa, voluta dalla Ministra Dadone che accompagneremo con grande entusiasmo, dopo un lungo lavoro in sinergia con il Ministero, all’interno del nostro progetto ‘Giovani, Rilancio e Sviluppo’”. Così, il vicepresidente della commissione Attività produttive alla Camera Andrea Giarrizzo e la deputata Roberta Alaimo, componente della commissione Affari costituzionali. “Anche nella nostra Isola, quindi, sarà allestito un vero e proprio villaggio dedicato ai giovani, – continuano i parlamentari – in cui i partecipanti potranno seguire diverse attività in programma, ricevere informazioni e assistenza, e confrontarsi con realtà istituzionali, produttive e del terzo settore. Il Tour rientra all’interno del Piano rivolto ai NEET del Ministero delle Politiche Giovanili, che ha quali obiettivi principali quello di rafforzare Garanzia Giovani, creare Sportelli giovani in tutti i Centri per l’impiego e migliorare ulteriormente le opportunità offerte dal portale GIOVANI2030”. “Da tempo, con il Progetto “GRS” ci impegniamo a contrastare questo triste fenomeno, sostenendo misure a favore della formazione e dell’imprenditorialità giovanile attraverso diversi provvedimenti. Ai giovani dobbiamo rivolgere le nostre attenzioni, a loro che rappresentano il nostro presente e soprattutto il nostro futuro” concludono Giarrizzo e Alaimo. GAETANO MILINO

Previous GDF ENNA. Sequestrati 2 milioni di filtri e cartine per sigarette.
Next Rocca di Cerere Geopark: riconfermato il riconoscimento UNESCO