ASP Enna. Insediamento dirigenti medici all’Ospedale di Nicosia

ASP Enna. Insediamento dirigenti medici all’Ospedale di Nicosia

Alla presenza del Direttore Generale dell’Azienda Sanitaria Provinciale di Enna,  Francesco Iudica, e del Sindaco di Nicosia,  Luigi Bonelli, si sono insediati a Nicosia  due nuovi dirigenti medici: il dr. Salvatore Artale in qualità di Direttore dell’Unità Operativa Complessa di Cardiologia/UTIC dell’Ospedale Basilotta, e il dott. Michelangelo Condorelli, nominato dirigente medico della Direzione Sanitaria del Presidio Ospedaliero di Nicosia, diretto dal dr. Edoardo Leanza.

“Le due figure dirigenziali arricchiscono la struttura direzionale dell’Ospedale, punto di riferimento del territorio coperto dall’ASP di Enna e di un’utenza molto estesa geograficamente anche fuori i confini della provincia, sui versanti dei Nebrodi e delle Madonie”, dichiara il Direttore Generale.

Il Sindaco di Nicosia, Luigi Bonelli, ringrazia “… il dott. Francesco Iudica, per l’attenzione che rivolge nei confronti dell’ospedale di Nicosia. Conosco la sua consapevolezza sulla necessità di potenziare il “Carlo Basilotta” per la tutela della salute dei cittadini di  un vastissimo territorio che comprende Nebrodi e Madonie e che soffre di una cronica difficoltà viaria. La nomina del Dott. Artale, che andrà a dirigere l’importante Unità di  Terapia Intensiva Coronarica , era necessaria per dare risposte terapeutiche quanto più immediate e precise in situazioni di emergenza. Con la Direzione Generale, insieme ai sanitari del nostro Ospedale, continueremo la fattiva collaborazione di questi anni con la convinzione che la sensibilità, sin qui dimostrata dal Dott. Iudica e dai suoi collaboratori, potrà mettere in sicurezza il nostro Ospedale realizzando quei progetti presentati e illustrati al territorio”.

“Il presidio ospedaliero di Nicosia – afferma il dr. Michelangelo Condorelli- rappresenta un fondamentale riferimento per la popolazione di questo territorio ed è nostro preciso dovere non solo salvaguardarne i livelli di qualità delle cure offerte, ma  innalzare sempre più le capacità di risposta ai bisogni di salute delle persone. Oggi è stata l’occasione per fare il punto, sia sulle necessità più immediate, soprattutto legate alla nota difficoltà di reperire gli specialisti necessari a garantire il funzionamento delle unità operative, sia sui progetti di sviluppo di servizi all’avanguardia. Inizia per me una nuova sfida professionale in cui metterò a frutto l’esperienza, umana e professionale, maturata all’Oasi, tenendo sempre al centro la persona bisognevole di cure.

Sarà necessario un lavoro di squadra, fianco a fianco, in cui, ognuno per le proprie competenze, dovrà coinvolgersi senza riserve, in uno sforzo che darà risultati di cui andare fieri nei prossimi decenni.

Ringrazio tutti i colleghi del Basilotta per la calorosa accoglienza e la Direzione Aziendale per la fiducia accordatami.”

Il dr. Salvatore Artale espone i suoi obiettivi operativi: “Il presidio Ospedaliero di Nicosia per la sua ubicazione è certamente di grande importanza per la popolazione sia della città che lo ospita che per la popolazione limitrofa a prescindere dalla provincia di appartenenza.

L’incidenza della patologia acuta cardiovascolare è rimasto a lungo un vulnus della assistenza sanitaria di questo territorio e quindi la decisione ‘storica’ di aprire un reparto di Terapia Intensiva cardiologica e a seguire la previsione di una unità operativa di Emodinamica sono eventi che meritano grande attenzione. Indubbiamente un approccio appropriato nella tempistica e nella tecnica non solo cambia la prognosi a breve ma anche la morbilità futura dei pazienti affetti da patologie cardiovascolari. Nell’affidarmi la direzione di questo complesso processo di creazione di questa struttura mi è stata data una grande responsabilità e mi è chiaro che fa parte della grande sfida un grande impegno. E’ inutile nascondere che la prima difficoltà che sappiamo di aver di fronte è l’esiguità delle risorse umane disponibili, medici ed infermieri, a prescindere dalla volontà aziendale e regionale nel disporre tali posti di lavoro. Sappiamo che l’esiguità nel numero dei professionisti ad alta specializzazione disponibili nel mercato del lavoro condiziona il buon funzionamento della risposta sanitaria un pò su tutto il territorio italiano più nelle periferie che nelle città.

Nostro dovere, congiuntamente dei dirigenti sanitari che dei membri della comunità locale, è di adoperarci in sinergia per rendere certamente sempre meno periferia il nostro territorio. Sono ottimista, provengo da ‘una terra di mezzo’, sono stato a lungo un dirigente medico ospedaliero in una struttura universitaria e credo di aver compreso che i giovani in formazione , oggi come ieri, chiedono di poter accedere a strutture con tecnologia all’avanguardia per la loro formazione continua e a contesti lavorativi che ne possano favorire la crescita, a noi toccherà realizzare queste precondizioni.

Ringrazio la Direzione dell’ASP di Enna per la fiducia accordatami e l’affettuosa accoglienza che mi è stata data dai colleghi e dal personale sanitario dell’Ospedale Basilotta di Nicosia, nella prospettiva del bene comune auguro a noi tutti buona fortuna.”

(Da sinistra, nella foto, Michelangelo Condorelli, Francesco Iudica, Salvatore Artale, Luigi Bonelli ed Edoardo Leanza)

Previous ENNA. Torna a sorridere la Orlando Haenna che vince nel concitato finale contro la Pallamano Benevento (32-31).
Next GDF ENNA. Sequestrati 2 milioni di filtri e cartine per sigarette.