BARRAFRANCA. Gli ex RMI – Reddito Minimo di Inserimento – scrivono ai Commissari del Comune.

BARRAFRANCA. Gli ex RMI – Reddito Minimo di Inserimento – scrivono ai Commissari del Comune.

BARRAFRANCA. Diverse le richieste tra cui Dispositivi di Sicurezza e Sostegno Economico. Non è la prima volta  che gli ex RMI scrivono ai Commissari del Comune di Barrafranca. Nel nuovo documento scrivono: 2Noi lavoratori dei Cantieri di Servizio di Barrafranca, ex RMI, ci rivolgiamo nuovamente alle Signorie Loro continuando a dar voce alle nostre preoccupazioni e alla ricerca di stabilità sociale ed economica. Egregi, anche noi, come gli altri lavoratori, siamo diventati importanti nei servizi che l’Ente eroga ai cittadini”. “Svolgiamo ogni giorno – scrivono ancora gli ex RMI – attività varie: dall’erogazione di servizi alla scialba tura, alla pittura, al verde e alla manutenzione ordianria delle infrastrutture (edifici pubblici, scuole, villette), all’accoglienza dei cittadini nel Palazzo Municipale”. E continuano: “Prestiamo la nostra opera lavorativa per 80 ore mensili con impegno e senso di responsabilità, dando un contributo attivo e significativo al nostro Comune. purtroppo, fino ad oggi, nulla è cambiato, siamo rimasti a svolgere mansioni lavorative sempre come sussidiari, senza contributi e senza requisiti di stabilità”. Gli ex RMI barresi aggiungono: “Con il massimo rispetto chiediamo: Di potere ricevere al più presto i DPI – Dispositivi di Protezione Individuale – per la nostra sicurezza; Che le Signorie Loro possano farsi da tramite con la Regione Siciliana affinché si ricevano i pagamenti spettanti. Che possiate farvi carico di concederci, a breve, un sostegno economico, viste le condizioni di rincari di bollette e generi alimentari di questi ultimi giorni. “Purtroppo ci troviamo – scrivono ancora gli ex RMI di Barrafranca -, nostro malgrado, ai limiti della fascia di povertà assoluta a causa di una perpetua emergenza sociale: ieri mancate stabilizzazioni, oggi Covid ed emergenza guerra”. E concludono: “In voi riponiamo la speranza di ricevere, nel più breve tempo possibile, notizie rassicuranti”. GAETANO MILINO        

Previous PIETRAPERZIA. Riunione per esame abbonamenti studenti pendolari. Il sindaco, l’amministrazione comunale e il presidente del consiglio comunale non saranno presenti.
Next Un romanzo storico sulla più grande dinastia nobiliare di Sicilia