Enna. Emodinamica, Giarrizzo e Trentacoste (M5S) “Nessuno si permetta di giocare con la vita delle persone, il nascente reparto Enna non si tocca”.

Enna. Emodinamica, Giarrizzo e Trentacoste (M5S) “Nessuno si permetta di giocare con la vita delle persone, il nascente reparto Enna non si tocca”.

“Nessuno si permetta di giocare con la vita delle persone, il
reparto di Emodinamica, che nascerà allOspedale Umberto I di Enna,
entro la fine del 2022, non si tocca, come tutti i servizi essenziali
del nostro territorio. Cè già il Decreto dellAssessorato alla Sanità,
per un importo di € 2.450.000, e si attende lapprovazione definitiva
del progetto relativo alla sistemazione dei locali e alla dotazione
tecnica e di personale da parte della Regione Siciliana”. Così, il
vicepresidente della commissione Attività produttive della Camera,
l’Onorevole Andrea Giarrizzo e il Senatore Fabrizio Trentacoste, che
intervengono sul dibattito che sta interessando le province di Enna e
Caltanissetta nelle ultime settimane.
“Basta citare un solo dato, – continuano i parlamentari dell’Ennese –
per comprendere quanto sia importante aprire al più presto quel
reparto anche allOspedale di Enna. Oggi, infatti, in Sicilia, esistono
23 centri, così distribuiti: 2 ad Agrigento, 4 a Catania, 5 a Messina, 8
a Palermo; e uno, rispettivamente, nelle provincie di Caltanissetta,
Ragusa, Siracusa e Trapani. Enna e il suo territorio restano gli unici
in Sicilia a registrarne l’assenza”. “L’attivazione allUmberto I,
quindi, non toglie nulla a nessuno e non va di certo contro l’ospedale
Sant’Elia di Caltanissetta, né contro i cittadini del Nisseno, come invece qualcuno vorrebbe
erroneamente far credere. Onestamente, ci rattrista leggere le
dichiarazioni di chi sta intraprendendo una campagna che va nel senso
opposto all’apertura, piuttosto che sostenere i territori vicini, in una
conquista che è prima di tutto a favore della salute e della stessa vita
dei cittadini della Sicilia interna. I nostri territori, sia Enna che
Caltanissetta, negli ultimi decenni si sono impoveriti di servizi e
infrastrutture, soggetti a un grave spopolamento, alla fuga di giovani
e all’aumento delletà media della popolazione, essi necessitano quindi di
una sanità pienamente funzionante ed efficiente” concludono Giarrizzo e
Trentacoste. Nelle prossime ore, l’Onorevole Giarrizzo invierà una nota
rivolta al ministro della Sanità Roberto Speranza, all’assessore Ruggero
Razza e al direttore dell’Asp di Enna Francesco Iudica, mentre il
Senatore Trentacoste incontrerà in settimana il sottosegretario alla
Salute Sileri; entrambi per confermare il massimo
impegno affinché si prosegua verso l’apertura del reparto di
Emodinamica a Enna, facendo presente che allo stesso modo, è necessario
garantire la permanenza di quello già presente a Caltanissetta, proprio
in considerazione delle problematiche che riguardano ambedue le
province al centro dell’Isola. GAETANO MILINO

Previous PIETRAPERZIA.Dopo tanti anni di assenza dovute al Covid, finalmente l'AISM è tornata in Piazza Vittorio Emanuele a Pietraperzia il 5-6-8 marzo
Next Annuncio servizi funerari agenzia G.B.G. sig. Zagarella Salvatore di anni 82