BARRAFRANCA. Sensibilizzazione sulla Economia Circolare.

La Scuola Secondaria di Primo Grado “Don Milani” dell’Istituto Comprensivo “Don Bosco” di Barrafranca ha partecipato alla Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti (SERR) 2021, promossa dalla Comunità Europea per rafforzare la consapevolezza della necessità della riduzione dei rifiuti. Le attività hanno coinvolto le classi prime, guidate dai docenti Maria Grazia Cilano, Alfonso Mauceri, Filippa Lupo e Rosa Termine. Il progetto annuale della Scuola barrese sulla raccolta differenziata, dal titolo “DIFFERENZIAMOCI: PER IL PIANETA SENZA PLASTICA” e fortemente voluto dalla Dirigente  Scolastico Nadia Rizzo, mira ad orientare gli scolari alla cittadinanza attiva e responsabile, contribuendo a renderli coscienti delle strette e complesse relazioni che legano l’uomo e la natura, al fine di suscitare modificazioni, anche profonde, nei loro comportamenti e quindi negli stili di vita, individuali e collettivi, a tutela delle risorse del Pianeta e dei suoi abitanti. Le attività, che proseguiranno fino a maggio del 2022, oltre al lavoro propedeutico in classe – indispensabile e significativamente efficace – guidato dai docenti, ha previsto anche laboratori (come quello dal titolo “Arte con la plastica”, in cui gli allievi si sono cimentati nella creazione di fiori e giocattoli, come piccoli elefanti, riutilizzando la plastica di bottiglie e bidoni) e la sensibilizzazione dei cittadini, da parte degli alunni per le vie di Barrafranca, sulla necessità di ridurre il più possibile i rifiuti e di differenziare quelli comunque prodotti; durante questa attività, inoltre, gli scolari hanno somministrato un’intervista ai concittadini, i cui dati verranno successivamente da loro elaborati, analizzati e discussi in classe.Altresì, a scuola si è svolta una conferenza a cui hanno partecipato oltre 60 allievi accompagnati dagli insegnanti: Eugenio Bognanni, Sandra Castrogiovanni, Maria Grazia Cilano, Concetta Ciulla, Gaetano Cumbo, Carmelo La Ciacera, Filippa Lupo, Salvatore Lupo, Cinzia Murgano, Giuseppina Nicolosi, Gina Patti e Marianna També. A tale conferenza sono intervenuti:Nadia Rizzo, Dirigente Scolastico, che, oltre a porgere i saluti istituzionali, ha proposto spunti di riflessione sulla problematica dei rifiuti, sul ruolo delle agenzie educative nel trasmettere il senso civico e su come, tra queste, la scuola contribuisca attraverso l’insegnamento del significato di “società civile” e di cosa voglia dire esserne parte. Intervento anche di Manuela Leone, Presidente dell’associazione “Rifiuti Zero – Sicilia”, che ha parlato dell’obiettivo rifiuti zero e della transizione ecologica, oltre che della necessità di passare dall’economia lineare all’economia circolare.Rosa Termine, docente referente del progetto, ha trattato il focus della SERR 2021 sulle “Comunità Circolari”, puntualizzando che è responsabilità di tutti tutelare l’ambiente e che solo lavorando tutti insieme si diventerà abbastanza forti da riuscire a porre rimedio ai danni provocati alla nostra “casa comune” e quindi a salvaguardare anche la nostra stessa specie.Le alunne e gli alunni, oltre ad esporre i lavori realizzati, hanno espresso pensieri e recitato poesie per esortare a non sprecare le risorse naturali e a rispettare il Pianeta.Inoltre, gli allievi hanno raccolto giocattoli e libri per ragazzi, aderendo all’iniziativa “RiGiocattolo e RiLibro: dai loro una seconda vita, se non li usi più – 2021”, che sono stati consegnati all’associazione di volontariato “Amico Soccorso” di Barrafranca, nelle persone del Presidente Gaetano Bernunzo e dei Volontari Filippo Caputo e Franco Cannata, per donarli alle famiglie con difficoltà economiche in occasione delle prossime festività natalizie.Infine, le alunne e gli alunni partecipanti al Progetto sono stati designati “Ambasciatrici/Ambasciatori dell’Ambiente”. GAETANO MILINO

Previous ENNA. Sconfitta a Benevento che brucia per la Orlando Pallamano Haenna.
Next BARRAFRANCA. Prima edizione della cronoscalata in occasione della festa dell'Immacolata.