ENNA. Carabinieri Enna. Cultura Della Legalità. Video-lezione con i ragazzi dell’Istituto Professionale Servizi per l’agricoltura e lo Sviluppo rurale di Aidone e dell’Istituto Professionale per i servizi commerciali di Valguarnera Caropepe.

ENNA. Carabinieri Enna. Cultura Della Legalità. Video-lezione con i ragazzi dell’Istituto Professionale Servizi per l’agricoltura e lo Sviluppo rurale di Aidone e dell’Istituto Professionale per i servizi commerciali di Valguarnera Caropepe.

Continuano gli incontri promossi dal Comando Provinciale Carabinieri di Enna unitamente all’Ufficio Scolastico Regionale per la Sicilia – Ambito Territoriale di Caltanissetta ed Enna – con gli studenti dei vari istituti scolastici presenti nella giurisdizione della Compagnia di Piazza Armerina, da svolgersi mediante conferenza in modalità remota nel pieno rispetto della normativa di contrasto al Covid.Questa volta, l’Arma dei Carabinieri ha virtualmente raggiunto gli alunni dell’Istituto Professionale per i Servizi Commerciali di Valguarnera Caropepe e dell’Istituto Professionale per i Servizi per l’Agricoltura e lo Sviluppo Rurale di Aidone. Il Dirigente Scolastico dell’Istituto Statale d’Istruzione Secondaria “Giovanni Falcone”, da cui dipendono i due Istituti professionali, Dottoressa Maria Stella Gueli e lo staff di insegnanti hanno aderito all’iniziativa dell’Arma dei Carabinieri per favorire la cultura della legalità,organizzando una video lezione di concerto con il Comandante della Compagnia di Piazza Armerina, Capitano Emanuele Grio.Lo scopo dell’incontro è stato quello di incoraggiare i giovanial rispetto delle regole, attraverso la conoscenza di base delle prescrizioni, degli obblighi, dei divieti che costituiscono il perno fondamentale della vita in comunità. Le tematiche trattate sono state tante, si è discusso sui pericoli della Rete in generale, approfondendo tematiche quali Social Addiction, Ludopatia, Cyberbullismo, Dark Web,utilizzo di alcool e droghe tra i giovani e le loro conseguenze dal punto di vista giuridico. I ragazzi,interessati dagli argomenti trattati, hanno fatto numerose domande all’Ufficiale dell’Arma che ha coinvolto i giovani spiegando i pericoli che si possono celare quando non si rispettano le regole e ci si vuole divertire in maniera irresponsabile. GAETANO MILINO

Previous ASP Enna. Porte aperte: somministrate in un giorno 1.089 dosi di vaccino
Next PIETRAPERZIA. Covid 19. In otto giorni quasi dimezzato il numero dei positivi. Polizia Locale in servizio di perlustrazione nelle campagne