ROMA. Covid. Dati falsi pandemia Sicilia, Fabrizio Trentacoste e Andrea Giarrizzo (M5S) chiedono le dimissioni di Ruggero Razza.

Sugli arresti dati falsi pandemia Sicilia il senatore 5 Stelle Fabrizio Trentacoste dichiara: “Arresti travolgono credibilità dell’intera Giunta Regionale, dimissioni di Razza doverose”. “Sono gravissime – dice ancora Fabrizio Trentacoste – le affermazioni dell’Assessore regionale alla Sanità Ruggero Razza e della dirigente Letizia Di Liberti, intercettate dalla Procura di Trapani. L’assessore chiedeva alla dirigente di “spalmare” il numero dei morti per Covid su più giorni, in modo da attenuare -sulla carta- i picchi dei decessi e, più in generale, la gravità della situazione dei contagi. I due sono adesso indagati per falso, nell’indagine che ha visto, stamattina, agli arresti, la stessa dirigente e alcuni collaboratori del Dipartimento per le Attività sanitarie e Osservatorio Epidemiologico della Regione Siciliana”. “Vorrebbero davvero farci credere – continua Fabrizio Trentacoste – che i dirigenti regionali abbiano deciso di loro iniziativa di falsificare dati, senza un ordine o una copertura politica? Gli arresti di oggi travolgono non solo la credibilità del sistema sanitario regionale siciliano, ma anche dell’intera Giunta regionale”. il senatore del Movimento 5 Stelle Fabrizio Trentacoste conclude: “Credo che le dimissioni dell’Assessore Ruggero Razza siano doverose, nel rispetto delle vittime siciliane di questa pandemia”. Anche Andrea Giarrizzo, parlamentare dello stesso movimento politico 5 Stelle fa sentire la sua voce. Andrea Giarrizzo, vicepresidente della commissione Attività produttive alla Camera sui social scrive: “Razza si dimetta immediatamente, sarebbe incredibile se qualcuno avesse pensato di giocare con le vite dei siciliani”. “Alla luce delle intercettazioni che stanno continuando ad emergere – continua Andrea Giarrizzo – e che riguarderebbero l’assessore regionale Ruggero Razza in prima persona, chiedo le sue dimissioni immediate. Mentre la magistratura accerterà i fatti, la Sanità in Sicilia non può continuare a restare nelle sue mani. “La nostra Isola e i siciliani – aggiunge Andrea Giarrizzo – non meritano questa ulteriore vergogna. Gli arresti e gli indagati di oggi gettano un’ombra enorme sulla gestione che appare sempre più disastrosa dell’emergenza in Sicilia”. Il parlamentare 5 Stelle Andrea Giarrizzo scrive ancora: “Da oltre un anno tutti i cittadini stanno facendo enormi sacrifici per fronteggiare la pandemia ed è soprattutto perché di mezzo c’è la salute delle persone che sarebbe incredibile se qualcuno avesse pensato di giocare con le loro vite, arrivando addirittura a chiedere di ‘spalmare un poco’ il numero dei morti da Covid-19 da comunicare all’Istituto Superiore di Sanità. Non c’è un attimo da perdere, dimissioni subito”. Andrea Giarrizzo scrive ancora: Musumeci non perda tempo e accetti immediatamente dimissioni Razza, evidente anche la sua incapacità nel controllo della gestione dell’emergenza”. “Il presidente della Regione Siciliana – aggiunge Andrea Giarrizzo – non perda tempo e accetti immediatamente le dimissioni presentate dall’assessore Razza, le intercettazioni sono gravissime e gettano un’ombra enorme sulla gestione che appare sempre più disastrosa dell’emergenza in Sicilia. “Lo stesso Musumeci, in qualità di commissario regionale dell’emergenza Covid in Sicilia, – dice ancora Andrea Giarrizzo – valuti di fare un passo indietro da questo delicato ruolo, la sua incapacità di controllare la gestione dell’emergenza sembrerebbe evidente”. Andrea Giarrizzo conclude: “La salute dei siciliani sarebbe stata messa in pericolo dalla loro gestione che sembrerebbe quasi raffazzonata”. GAETANO MILINO

Previous VALGUARNERA CAROPEPE. Controllato Internet Point, elevata maxi sanzione per un importo complessivo pari a 210.000,00 euro, il titolare un 21enne del posto è stato denunciato per aver favorito l’accettazione di scommesse sportive senza averne l’autorizzazione.
Next PIETRAPERZIA. Covid 19. A Pietraperzia 24 positivi. Nove in più rispetto al report di sabato 27 marzo 2021.