BARRAFRANCA. Il barrese Salvatore Marotta nominato Responsabile per la Cultura della segreteria regionale del Movimento Sociale Fiamma Tricolore.

BARRAFRANCA. Il barrese Salvatore Marotta nominato Responsabile per la Cultura della segreteria regionale del Movimento Sociale Fiamma Tricolore.

BARRAFRANCA. Il segretario regionale della Sicilia del MSFT Mario Settineri ha nominato i componenti della Segreteria Regionale avvalendosi, tra gli altri, della collaborazione del segretario provinciale di Enna Salvatore Marotta, nominato responsabile per le politiche giovanili, l’identità e la cultura. Il Segretario Regionale della Sicilia del Movimento Sociale Fiamma Tricolore Mario Settineri, ha nominato i componenti della Segreteria Regionale. Il Segretario Settineri si è avvalso della collaborazione di quei camerati militanti sul territorio che, con la loro attività e spiccata personalità, hanno dato particolare risalto all’azione posta in essere dal MSFT. Ai neo componenti giungono i più fervidi auguri di buon lavoro da parte di tutta la comunità missina isolana.  La Segreteria regionale, pertanto, risulta così composta:

Segretario regionale: Settineri Mario

Bilancio: Cimò Maurizio (PA)

Enti locali/Partiti: Salvaggio Giovanni (AG)

Giustizia/Affari legali: Condorelli Caff Francesco (CT)

Infrastrutture/Trasporti: Giannotta Benedetto (SR)

Lavoro Agricoltura Pesca Ambiente: Zarbo Gaetano (AG)

Politiche Giovanili/Identità e Cultura: Marotta Salvatore (EN)

Politiche Sociali – Femminili – Immigrazione: Fareri Maria Adele (PA)

Sanità: Grasso Rosario (CT)

Tesseramento e addetto stampa: Manoli Giuseppe (CT)

Web/Grafica e Propaganda: Mammino Daniele (CT)

Addetto Diffusione Social: Bonanno Andrea (CT)

Ufficio Stampa MSFT

Ai componenti della segreteria regionale sono giunti gli auguri di buon lavoro da tutta la comunità missina. Salvatore Marotta, ex consigliere comunale missino di Barrafranca e storico esponente della destra sociale siciliana, ci ha rilasciato la seguente dichiarazione:” Ringrazio il segretario regionale per la fiducia e la stima. Il nostro Movimento rappresenta  e difende da sempre l’identità storica e culturale della Nazione italiana. Ritengo, prendendo spunto dalle celebrazioni per i 700 anni di Dante, Padre della lingua italiana e degli Italiani, che sul piano culturale non vi sia battaglia più urgente e alla base di tutte le altre che difendere la lingua italiana, mai così sotto attacco e vilipesa come in questo periodo in cui inglesismi e neo lingua del “politicamente corretto” la fanno da padroni. Anche in questi giorni assistiamo sgomenti all’idiozia semantica di “genitore1” e “genitore2”, che vorrebbero sostituire quanto di più sacro ha ognuno di noi e cioè il PADRE e la MADRE. La lingua è il cuore dell’identità culturale di un popolo, è l’espressione di tutto un retaggio spirituale che si trasmette da una generazione all’altra e che coincide con la civiltà e con l’essere civili. Difendere la lingua significa difendere l’anima di un popolo, la sua Tradizione, ma anche il suo Futuro.  Come impegno politico e culturale ormai prossimo, il Movimento Sociale Fiamma Tricolore si prepara a celebrare il 10 febbraio il “Giorno del Ricordo” dedicato al massacro delle Foibe e alla tragedia dell’Esodo giuliano dalmata”. GAETANO MILINO

Previous ENNA. Arriva il primo punto per la Orlando Pallamano Haenna.
Next PIETRAPERZIA. Scorrimento veloce ss 640 dir. I tecnici dell’Anas hanno assicurato che l’iter progettuale è in forte stato di avanzamento.