“Cassandra”, la storia fosca che sconvolse la Sicilia dell’ 800

“Cassandra”, la storia fosca che sconvolse la Sicilia dell’ 800

Lo spettacolo, tratto dal romanzo di Corrado Di Pietro, andrà in scena mercoledì 23 dicembre in diretta online alle 20,30 a Palazzo Nicolaci a Noto

Dagli autori di “Colapesce, la leggenda sull’isola” e “Il Palio dei Normanni”. La regia è di Gisella Calì

Noto, 22 Dicembre 2020

Cassandra, una diciottenne relegata al silenzio quasi per profezia. Ma i suoi sentimenti imbrigliati esplodono in una passione nascosta, dando origine ad una “Storia fosca” della Sicilia di fine ottocento.

Si intitola “Cassandra, una storia fosca” lo spettacolo teatrale diretto dalla regista Gisella Calì, con le coreografie di Francesco Torrisi e Daniele Caruso e i costumi di Rosy Bellomia.

L’evento, prodotto da Fiat Lux 2.0 (Colapesce, la leggenda sull’isola, Il Palio dei Normanni) e patrocinato dall’assessorato regionale Turismo, Sport e Spettacolo e dal Comune di Noto sarà presentato mercoledì 23 dicembre alle 20,30 in diretta streaming da Palazzo Nicolaci a Noto. Si svolgerà in modalità digitale e a distanza causa emergenza Covid19, per poi aprire le porte al pubblico in primavera ridando vita al teatro esperienziale già avviato con “Colapesce, la leggenda sull’isola” andato in scena la scorsa estate nella Fortezza Spagnola sull’isola di Capo Passero. “Cassandra, storia fosca” propone la trasposizione teatrale di una delle storie femminili più potenti, controverse ed intriganti, tratta dal romanzo di Corrado Di Pietro “Cassandra, nel nome il mio destino” liberamente ispirata alla novella di Luigi Capuana.

Il progetto prevede la realizzazione di una performance di drammaturgia contemporanea che, attraverso dialoghi serrati, monodie, coreografie contemporanee e canzoni della tradizione siciliana,  racconterà la drammatica storia di Cassandra, una donna che rivendica la propria femminilità in una società totalmente maschilista. “L’idea – spiega la regista Gisella Calì – è far rivivere in chiave storica ed evocativa la vita di una giovane nobildonna siciliana, realmente esistita, attraverso la musica, la danza e la recitazione, comprendendone i più intimi turbamenti e rivivendo le pagine più autentiche della storia della società nobiliare siciliana della fine del secolo scorso. Tutto ciò all’interno di un palazzo prestigioso carico di storia e tradizione come Palazzo Nicolaci”. Protagonisti dello spettacolo, che durerà 60 minuti e sarà trasmesso su YouTube e sui Canali social del Comune di Noto (https://www.facebook.com/comunedinoto) e della pagina di Fiat Lux 2.0, saranno gli attori Emanuele Puglia, Cosimo Coltraro, Aldo Toscano, Carmela Buffa Calleo, Martina Guglielmino e Daniele Caruso.

Per il momento – ha continuato la regista Gisella Calì – a causa dell’emergenza sanitaria, potremo solo far conoscere il progetto online, ma quando tutto si normalizzerà (ci auguriamo in primavera)  offriremo una esperienza poetica sensoriale, come un viaggio che coinvolge, in una dimensione intima ed immaginaria, lo spettatore, immerso nella storia e nelle emozioni di una donna fiera della sua femminilità, dove memorie, ricordi, impressioni e sogno si fondono con i dettagli del luogo”.

Noto vuole continuare a guardare avanti – commentano il sindaco Corrado Bonfanti e l’assessore al Turismo Giusi Solertee nonostante le restrizioni previste dagli ultimi Dpcm, accoglie con piacere e convinzione iniziative culturali di spicco. Uno spettacolo che ci auguriamo possa ripetere il successo già avuto dalla stessa produzione e dal cast in questa estate con La leggenda di Colapesce”, portato in scena a Portopalo. Adesso apriamo le porte di Palazzo Nicolaci ad uno spettacolo che sarà trasmesso in anteprima via streaming e che speriamo presto possa essere replicato a porte aperte, così da poter farlo apprezzare dal vivo a chi non vede lora di ritornare a vivere larte, il teatro e la cultura”.

Previous Barrafranca. Speciale Natale 2020
Next Antonio David: "Miccichè non dice tutta la verità sulle riforme. I Forestali attendono la loro e, gli…..stipendi"