PIETRAPERZIA. Abbonamenti per gli studenti pendolari. Confronto dei quattro candidati sindaci.

PIETRAPERZIA. Abbonamenti per gli studenti pendolari. Confronto dei quattro candidati sindaci.

PIETRAPERZIA. La riunione si è svolta nell’aula consiliare del Comune in via San Domenico 5. Erano presenti i quattro candidati alla carica di sindaco di Pietraperzia: Calogero Di Gloria (Lista “Insieme per Pietraperzia”), Enza Di Gloria (Lista “Pietraperzia è Futuro”), Francesco Lalomia(Lista “Movimento 5 Stelle”) e Salvatore Vincenzo Salvuccio Messina (Lista “ricostruiamo Pietraperzia”). C’era pure una rappresentanza di genitori di alunni pendolari. Ognuno dei quattro candidati a sindaco di Pietraperzia, dopo avere ascoltato le ragioni dei genitori degli studenti pendolari, ha esplicitato la sua posizione sulla problematica. Calogero Di Gloria: “Io garantirò gli abbonamenti a tutti.Quando ho scrittonel programmache garantiremo gli abbonamenti soprattutto alle fasce più deboli intendo dire che, per la spesa degli abbonamenti, a livello regionale, l’unico Comune che garantisca il rimborso al cento per cento è  Pietraperzia.“Gli altri Comuni pagano in toto la somma che affrontano.Solo in alcuni Comuni della provincia di Enna danno una percentuale di rimborso sugli abbonamenti e il resto lo pagano tutto di tasca propria”. Calogero Di Gloria continua: “Siccome ci troviamo in una fase di transizione, perché uscirà una amministrazione e ne entrerà una nuova e, molto probabilmente, ci sarà già un bilancio approvato e, non sapendo se ci sono le somme previste per i mesi di novembre e dicembre, noi abbiamo detto che, intanto, dobbiamo garantire gli abbonamenti a tutti, però, nel momento in cui non troveremo la disponibilità economica, chiederò, a chi di competenza, come ho fatto precedentemente, di aspettare, per un periodo determinato,   emanando delle determine con le quali vincolerò le somme che serviranno per gli abbonamenti e i genitori che hanno un reddito fisso sopra i duemila euro, dovranno anticipare semplicemente una somma di diciassette euro per i mesi di novembre e dicembre”. Calogero Di Gloria continua: “Dopo, gli abbonamenti saranno garantiti a tutti a 360 gradi. L’abbonamento agli studenti pendolari lo garantirò a tutti; e quando dico a tutti, intendo dire a tutti. Oggi sto firmando con voi un contratto, un patto. Ripeto, gli abbonamenti saranno garantiti a tutti. Cercherò di trovare le somme nel bilancio tagliando tutte le spese inutili”. Calogero Di Gloria conclude: “Gli abbonamenti saranno una priorità e la priorità è quella di mettere in bilancio 130 mila euro. I cinquantamila euro li darà sicuramente la Regione, gli altri 130 mila euro   li troverò io  e li metterò io nel bilancio per garantire gli abbonamenti”. Enza Di Gloria:  “Ho aderito all’invito espresso da un gruppo di genitori e mi sono recata in Comune, come gli altri candidati a sindaco, per confrontarci su una tematica molto importante”. “Come scritto – continua Enza Di Gloria – fra le priorità di programma (a questo link consultabile: https://bit.ly/3hDEGwc) mi impegno a provvedere a dare a questa tematica /problematica un’altissima priorità che può soddisfarsi, nell’immediato, solamente facendo delle utili economie di bilancio, cioè tagliando alcune spese inutili”. “Personalmente – dice ancora Enza Di Gloria – contatterò l’amministrazione di Sais autolinee per avviare un dialogo nuovo e rinnovato nelle intenzioni e nelle condizioni che saprò riscrivere a favore della mia amministrazione. con la certezza normativa che il DM del 1975 è attualmente ancora vigente e imperativo, oltre che obbligatorio, e pertanto il trasporto scolastico deve essere assicurato e gratuito”. Enza Di Gloria conclude:  “La lista che mi sostiene prende il nome di ‘Pietraperzia è Futuro’, il futuro sono i giovani ai quali dobbiamo garantire una crescita personale, culturale e occupazionale serena. Il modo per farlo lo troveremo”. Francesco Lalomia: “Per potere garantire gli abbonamenti agli studenti pendolari e coprire altre voci di spesa del nostro Comune, siamo disposti, oltre alla rinuncia, da parte mia, dell’intera indennità di sindaco, a rinunciare al trenta per cento dell’indennità da parte degli assessori Marco Bongiovanni, Fabio Calì e Fabio Romano e del futuro presidente del consiglio comunale”. “Se è il caso, – continua Francesco Lalomia – elimineremo i buoni pasto dei dipendenti comunali e tutte le altre spese accessorie che il Comune di Pietraperzia affronta per fare in modo che il diritto fondamentale alla istruzione sia completamente gratuito per tutti”. Francesco Lalomia conclude: “Mi batterò per consentire che i ragazzi possano studiare perché l’istruzione è l’aspetto più importante e più determinante per il nostro vivere civile”.  Salvatore Vincenzo Salvuccio Messina: “Innanzitutto ringrazio la delegazione dei genitori degli studenti pendolari che hanno voluto interloquire con me e con gli altri candidati sindaci per conoscere le nostre soluzioni riguardo il problema che già, da ben due anni, esiste:  il pagamento dell’abbonamento per gli studenti pendolari”. “Ricordo che la legge regionale numero 24 del 26 maggio 1973 e successive disposizioni normative – continua Salvuccio Messina –  garantiscono il trasporto gratuito ai pendolari che si recano nelle scuole delle città limitrofe a quelle della propria residenza. Avendo la Regione, secondo alcune voci che circolano, tagliato alcune somme, se sarò eletto sindaco, dopo avere visionato il bilancio comunale e appurato altre voci, chiederò urgentemente un tavolo tecnico con l’assessore regionale alle Autonomie Locali e con l’assessore alla Pubblica Istruzione, affinché venga dato un ulteriore finanziamento al comune per coprire in toto il costo degli abbonamenti degli studenti pendolari”. Salvuccio Messina aggiunge: “A questo incontro inviterò anche una delegazione dei genitori           degli studenti e li inviterò a presenziare con me a questo incontro a Palermo e a partecipare al tavolo tecnico per ascoltare ed appurare loro stessi quello di cui si discuterà e quello che ho intenzione di fare”.Salvuccio Messina conclude: “Se le somme non saranno reperite, faremo i tagli in altri capitoli per potere coprire in toto le spese degli abbonamenti degli studenti pendolari perché è loro un diritto che le spese per gli abbonamenti vengano coperte in toto”.  GAETANO MILINO  

Previous PIETRAPERZIA. “Per portare i turisti nei nostri piccoli paesi e creare occupazione e sviluppo necessita fortemente uscire definitivamente dalle logiche che ancora vedono l'offerta turistica ancorata alle vecchie categorie "vacanze al mare" o della "vacanza in montagna".
Next PIETRAPERZIA. Elezioni amministrative del 4 e 5 ottobre 2020. Sorteggiato l’ordine delle quattro liste.