PIETRAPERZIA. Il Comune di Pietraperzia premiato fra i Comuni virtuosi per la raccolta differenziata.

PIETRAPERZIA. Il Comune di Pietraperzia premiato fra i Comuni virtuosi per la raccolta differenziata.

PIETRAPERZIA. Ha ottenuto un attestato di riconoscimento “Comune con raccolta differenziata maggiore del 50 per cento”. Su facebook comune di Pietraperzia è postato il seguente messaggio: “Ottenuto il premio per la raccolta differenziata nel 2019. C’è ancora tanto da fare e nel 2020 ci saranno altre importanti novità…”. Intanto sullo stesso social network c’è un video di due minuti e mezzo con il quale si fa la cronistoria della raccolta rifiuti a Pietraperzia fino ai giorni nostri e ai programmi futuri in tale settore. Visibilmente soddisfatto il sindaco Antonio Bevilacqua. “Siamo felici per questo risultato che non si limita dato al numerico. Nel 2019 la nostra percentuale era poco meno del 65 per cento. Al di là del dato numerico, quello che è importante è il fatto che si sia totalmente cambiato un sistema di raccolta con il passaggio dal cassonetto al servizio porta a porta in breve tempo nonostante non abbiamo ancora una infrastruttura necessaria minima per gestire questo servizio e quindi abbiamo fato i salti mortali per farci bastare le poche cose che abbiamo”. “A brevissimo – aggiunge il sindaco Antonio Bevilacqua – finalmente partiranno i lavori di realizzazione del Ccr – Centro Comunale di Raccolta – e quindi ci sarà a possibilità di continuare a gestire al meglio questa raccolta e, addirittura, di implementarla con le frazioni che ad oggi non vengono ancora raccolte tipo alluminio, metalli, i farmaci, le batterie”. Il sindaco Antonio Bevilacqua continua: “Al di là del dato numerico che non racconta tutto, l’aspetto da attenzionare è il fatto che il servizio, nonostante qualche giorno capiti qualche piccolo disservizio, in generale il servizio funziona bene, il paese è più pulito, non ci sono più i cumuli di rifiuti che c’erano e la puzza che esalava dai cassonetti soprattutto in questo periodo estivo in cui la mattina era veramente una tragedia, e poi, soprattutto, siamo riusciti a cambiare questo servizio e a dare un riconoscimento in più agli operatori che adesso percepiscono mensilmente un salario più alto. Questo, il salario più altro per gli operatori, non si è tradotto in un aumento della bolletta, anzi c’è stata, nella tariffa, una piccola riduzione che, l’anno scorso, oscillava tra il 5 e il 7 per cento per tutti”. Il sindaco Antonio Bevilacqua dice ancora: “A questo 5-7 per cento, grazie al grande lavoro fatto presso l’Ecopunto della delegazione comunale, per gli utenti che hanno conferito all’Ecopunto, si è aggiunto un ulteriore sconto che, in alcuni casi, ha portato all’azzeramento totale della bolletta. Quindi al di là dei numeri della raccolta differenziata, quello che è importante è che, dietro questo numeri, c’è un servizio che funziona, che dà un incentivo materiale a chi vuole contribuire portando anche i rifiuti presso l’Ecopunto e a chi vuole fare questo passaggio in più. Questo servizio di raccolta è un sistema incentivante che tende a coinvolgere il cittadino. Chi porta i rifiuti all’Ecopunto è un vantaggio per la raccolta perché alleggerisce il lavoro degli operatori che, diversamente, probabilmente, non riuscirebbero ogni giorno a completare il servizio”. Il sindaco Antonio Bevilacqua dice ancora: “Coinvolgendo il cittadino in questo servizio con il portate i rifiuti all’Ecopunto, noi diamo un incentivo che si può sommare a quello del compostaggio domestico che abbiamo pure introdotto perché tutto ciò e dietro i numeri c’è un gran lavoro di documenti normativi e regolamenti che abbiamo approvato con la grande collaborazione della maggioranza del consiglio comunale. Ebbene il servizio rifiuti è oggi un punto fermo grazie al lavoro che si è fatto e che va naturalmente ancora migliorato”. “Il primo tassello ulteriore sarà – conclude il sindaco Antonio Bevilacqua – sarà la realizzazione del Ccr e tanti altri saranno da venire. Però il punto fermo è sempre quello: numeri e tariffe. Buona percentuale di raccolta differenziata ma non eccezionale, ma su questo si potrà ancora lavorare. Eccezionale, invece, il lavoro sotto l‘aspetto delle tariffa che è stata abbassata e che, in diversi casi, si è tradotto in un azzeramento totale della bolletta”. GAETANO MILINO

Previous Continua il cartellone di “EnnaripArte”: questo venerdì alle 21 in scena al piazzale Euno (castello di Lombardia “Diversi corpi stessa mente” per la regia di Patrizia Fazzi con un cast tutto ennese.
Next Guardia Di Finanza Di Enna: Operazione Antimafia “Oltreoceano”