BARRAFRANCA. Il Comune dell’Ennese tra gli Enti Locali virtuosi della Sicilia per la raccolta differenziata.

BARRAFRANCA. Il Comune dell’Ennese tra gli Enti Locali virtuosi della Sicilia per la raccolta differenziata.

BARRAFRANCA. Gli enti Locali Siciliani premiati con cinque milioni di euro nella tre giorni che si tiene alle Ciminiere di Catania. Tale somma verrà suddivisa tra i 133 Enti Locali siciliani virtuosi. L’evento nel contesto “Ecomed Progetto Confort. Salone dell’Ambiente”. Ad organizzare la manifestazione il Dipartimento regionale della Protezione Civile in collaborazione con il Dipartimento Acqua e Rifiuti sotto il Patrocinio della Presidenza della regione Sicilia. I Comuni premiati sono quelli che nel 2019 hanno superato la percentuale di raccolta differenziata del 65 per cento. Su un totale di 390 Comuni siciliani, 110 superano il 50 per cento. Nel 2017 i comuni che erano stati premiati per avere raggiunto la quota del 65 per cento erano stati 23. In quell’anno 51 Comuni si collocarono al di sopra del 50 per cento.

Il sindaco di Barrafranca Fabio Accardi dichiara: “Oggi abbiamo ricevuto questo riconoscimento importante non solo per l’’attività dell’amministrazione ma anche per tutta la comunità barrese”. “È quello di essere inseriti tra i Comuni virtuosi per raccolta differenziata. Nel 2019 noi abbiamo avuto una percentuale di raccolta differenziata del 57 per cento. Questo ci è stato riconosciuto assieme ad altri Comuni dall’assessore regine Sicilia Alberto Pierobon. In Sicilia sono 133 i Comuni che hanno superato il 65 per cento e 110 quelli che si trovano nella fascia tra il 50 ed il 65 per cento e noi siamo proprio in questo range. Nella giornata di oggi – continua il sindaco di Barrafranca Fabio Accardi –  è stato pure sottolineato come in molti Comuni tra cui pure Barrafranca non è stato possibile raggiungere una percentuale più alta proprio perché mancano impianti a livello regionale.  Questa è una grossa criticità che l’assessore Alberto Pierobon e i vertici del Dipartimento Acqua e Rifiuti hanno sottolineato. Io ci tengo a ricordare che quando abbiamo avuto la possibilità di avere impianti che trattano l’umido, abbiamo raggiunto punte anche del 70 per cento, a dimostrazione che Barrafranca e i barresi sono una comunità virtuosa e che ha voglia di cambiamento”.

Il sindaco Fabio Accardi aggiunge: “Adesso noi ci auguriamo ed auspichiamo che nella regione Sicilia si possa avere  qualche impianto per il trattamento dell’umido in più proprio per potere avere qualche giorno in più di raccolta dell’organico. Tra l’altro, in questo periodo, è richiesto da tanti cittadini barresi”. “Se noi riuscissimo ad avere questi impianti, – conclude il sindaco Fabio Accardi – sicuramente potremmo raggiungere il 65 per cento e probabilmente superare questo valore collocandoci tra i primissimi Comuni in Sicilia per raccolta differenziata”. GAETANO MILINO

Previous ESERCITO: I BERSAGLIERI SI FORMANO ALL’IMPIEGO DEL DEFIBRILLATORE
Next MEMORIAL "ALDO INGALA" 2020, SOSPESO TORNEO BEACH VOLLEY . Messa in suffragio con le associazioni.