PIETRAPERZIA. Diciotto immigrati nella casa canonica di via Barone Tortorici.

PIETRAPERZIA. Diciotto immigrati nella casa canonica di via Barone Tortorici.

PIETRAPERZIA. Loro sostituiscono quelli che finora hanno abitato la struttura a pochi passi dalla matrice. I nuovi ospiti arrivano dal centro  immigrati di Lampedusa e sono stati messi in quarantena. Della loro vigilanza si occupano due pattuglie di forze dell’ordine per ogni turno: Carabinieri, Polizia, Guardia di Finanza. I nuovi ospiti sono arrivati nella serata di giovedì 28 maggio. Ad aspettarli e ad accoglierli nello slargo Canale di Pietraperzia è stato il parroco della matrice don Osvaldo Brugnone. Gli immigrati sono stati subito accompagnati con degli automezzi della Polizia di Stato nella casa canonica e posti subito in quarantena.

Il sindaco Antonio Bevilacqua dichiara: “Sostanzialmente l’arrivo dei nuovi immigrati non cambia il numero dei presenti in struttura perché rimangono sempre al di sotto del numero di venti”. “Dal punto di vista numerico – continua il sindaco Antonio Bevilacqua – non ci sono cambiamenti.  Arrivino da Lampedusa e prima del loro arrivo a Pietraperzia sono stati sottoposti a tampone per maggiore sicurezza così come tutti quelli che arrivano in Sicilia e il tampone è risultato negativo, a breve verranno sottoposti ad un secondo tampone”. Il sindaco Antonio Bevilacqua conclude:  “In questo caso la preoccupazione è maggiore perché non sappiamo quali possano essere stati i posti toccati prima di arrivare a Lampedusa e ora da noi e, quindi, sicuramente, ci sarà un’attenzione particolare a questa vicenda che, come le altre, verrà gestita al meglio”. GAETANO MILINO

Previous Consiglio comunale del 27 maggio 2020 (in seduta di prosecuzione del 26)
Next BARRAFRANCA. Misure per le famiglie nella fase 2 Covid 19.