BARRAFRANCA. Misure per le famiglie nella fase 2 Covid 19.

BARRAFRANCA. Misure per le famiglie nella fase 2 Covid 19.

 BARRAFRANCA. I “suggerimenti” approvati dal consiglio comunale Li hanno chiesti al sindaco Fabio Accardi. A presiedere i lavori d’aula il consigliere comunale Sandro També. Queste le misure per le quali impegnano il sindaco Fabio Accardi:  Immediata sospensione dei Tributi locali che attualmente sono già rinviati dai provvedimenti legislativi entrati in vigore nella fase epidemiologica Covid-19; Sospensione immediata, in particolare, della TARI 2019  a seguito del riscontro di evidenti errori di calcolo; Azzeramento della TARI 2020 per gli esercizi commerciali e le attività economiche e produttive danneggiate, ed in forte crisi di liquidità, a causa della sospensione delle proprie attività per i mesi di marzo/aprile/maggio imposta nella Fase-1 della crisi epidemiologica, utilizzando le economie derivanti dagli incrementi di raccolta differenziata e dalla mancata raccolta RSU, e/o riduzione della parte variabile TARI  considerando che non hanno prodotto alcun rifiuto o lo hanno prodotto in quantità ridotta. Applicazione dell’art. 16 del regolamento TARI, con copertura finanziaria nel fondo perequativo della legge finanziaria Regione Siciliana per l’anno 2020 e/o nel DL “Rilancio”; Sollecito dell’intervento di esenzione del canone idrico 2019 e 2020 per le zone sciaguratamente interessate dall’inquinamento delle acque (Via Coffari, Via Itria, Via Musciolino e adiacenti individuate dalle specifiche ordinanze sindacali in materia); Misure a sostegno delle famiglie indigenti con figli alle prese con la didattica a distanza per l’acquisto o il noleggio di supporti informatici e abbonamenti internet da distribuire alla predette famiglie in difficoltà qualora non avessero potuto usufruire dei fondi MIUR; In vista della ripresa dell’anno scolastico a settembre 2020, predisposizione di termoscanner all’ingresso degli istituti scolastici e adozione di misure idonee a evitare, alla riapertura dell’anno scolastico, la formazione di classi pollaio; Nel rispetto della norme in materia di sicurezza  e degli indirizzi previsti dalle Linee guida allegate all’Ordinanza n.21 del 17/05/2020 del Presidente della Regione Siciliana, predisposizione di un piano di fattibilità per la ripartenza del mercato settimanale in linea con i seguenti criteri:  disposizione degli operatori del settore agroalimentare nelle Vie Sardegna, Marche, Lazio e Piazzale Europa, lasciando inalterate le postazioni di coloro che sul luogo già sono autorizzati a svolgere la propria attività con postazione fissa durante la settimana, evitando inutili e inopportuni spostamenti e ulteriori e conseguenti trattamenti di sanificazione dovuti allo spostamento del banco per la vendita e dei prodotti da commercializzare; disposizione sull’intero Viale della Repubblica (anche dopo l’intersezione con la Via Ferreri Grazia) degli altri comparti merceologici (settore non alimentare) e, in caso di necessità di ulteriori spazi, utilizzo della Via Minniti e del primo tratto di Via Emilia; assoluta contrarietà all’utilizzo della via Oberdan per evitare tutti i problemi di mobilità e garantire la normale vita degli abitanti di quell’area del Paese; disposizione dei banchi di vendita dei vari operatori su un solo lato della strada; ausilio degli operatori delle associazioni di volontariato presenti sul territorio per la sensibilizzazione al rispetto delle norme di distanziamento sociale e alle raccomandazioni igienico-comportamentali, anche a mezzo di distribuzione di opportuno materiale informativo; Distribuzione gratuita durante il mercato settimanale ai varchi di ingresso al mercato, o dinnanzi agli esercizi commerciali insistenti nell’area mercatale, o lungo il percorso della stessa, di mascherine e guanti monouso anche avvalendoci dell’ausilio prezioso delle associazioni di volontariato; compatibilmente con gli spazi esistenti e la nuova predisposizione dei banchi di vendita in questa fase di ripartenza del mercato settimanale, predisposizione e allestimento dei bagni chimici; presidio dei varchi e accessi per meglio controllare e vigilare sul rispetto delle norme di distanziamento e delle norme igienico-comportamentali; rispetto assoluto degli spazi di ingresso alle attività economiche (esercizi di vicinato)  e alle abitazioni  presenti nelle vie interessate all’area mercatale; Predisposizione di una programmazione urgente per l’erogazione dell’acqua potabile durante il periodo estivo avvalendosi di personale qualificato e in numero proporzionato allo svolgimento del servizio idrico; Predisposizione di misure a sostegno degli agricoltori barresi instaurando una sinergia permanente tra comitato degli agricoltori, la Regione Siciliana, il Consorzio di Bonifica e l’Osservatorio Diga Olivo; Previsione e programmazione di un mercato settimanale  del contadino (mercato a km zero); Predisposizione di un  calendario della raccolta dei rifiuti che preveda la raccolta della frazione umida (organico) almeno due volte a settimana; Attribuzione di suolo pubblico, utilizzando anche la porzione dei parcheggi posti dinanzi agli esercizi commerciali per favorire maggiori spazi alla clientela con procedura snella e veloce; massima semplificazione delle procedure per la richiesta di tali spazi di suolo pubblico e di quelle autorizzative secondo le previsioni dei provvedimenti governativi entrati in vigore in questa fase epidemiologica  (ampliamento sino al 50% di spazio rispetto al passato) in modo da garantire il necessario distanziamento sociale richiesto per questa fase epidemiologica; semplificazione che va allargata anche alle aree oggi dedicate a parcheggio a pagamento (zone blu); Esenzione totale della Tosap (Tassa occupazione suolo pubblico) 2020, per le attività commerciali danneggiate dall’emergenza Covid-19, secondo i limiti temporali e i parametri previsti dai provvedimenti legislativi emanati di recente dalle autorità statali e regionali. Copertura dei mancati introiti per le casse comunali attingendo dal fondo perequativo della Regione Siciliana (ai sensi dell’art. 9 della Legge finanziaria 2020) e/o da quanto previsto dal decreto “Rilancio”; Studio di contributi, incentivi e/o sovvenzioni dirette e indirette alle attività economiche locali danneggiate economicamente dalla crisi epidemiologica Covid-19; Proposta di deliberazione di un rinvio dell’acconto IMU 2020 per tutte le attività lese/danneggiate dall’emergenza Covid-19 secondo lo schema deliberativo e le procedure individuate dell’Ifel; Moratoria delle sanzioni e interessi da applicare a quanti dovessero versare in ritardo l’acconto IMU 2020 (in accordo alle posizioni dell’Anci in materia); Riduzione del 50% della tassa sulla pubblicità; Sospensione del pagamento dei parcheggi a pagamento (zone blu) per tutto l’anno 2020 e impegno a rivedere l’intero provvedimento per il futuro; Rateizzazione degli oneri di occupazione del suolo pubblico e gratuità per il montaggio ponteggi per rifacimento prospetti in concomitanza con i provvedimenti nazionali di detrazione fiscale al 110% e del bonus facciate; Avvio nuovo bando per ampliamento cimitero e concessione suoli (misura utile alla ripresa del comparto edilizio e idonea a soddisfare l’enorme richiesta da parte della cittadinanza); Piano Straordinario di lavori di manutenzione ordinaria e straordinaria per strade urbane, scuole e patrimonio comunale prevedendo l’esternalizzazione dell’affidamento di tali lavori, nei limiti delle norme in materia di appalti e affidamenti, in modo da far da volano all’economia locale;Predisposizione/elaborazione e distribuzione a tutti gli operatori economici di Linee Guida per la riapertura delle attività economiche e produttive avvalendosi dell’ausilio prezioso delle associazioni di categoria; Richiesta di ulteriori misure di esenzione/riduzione/taglio di imposte e tasse locali da avanzare al Governo Nazionale anche per il tramite dell’Anci in modo da dare ulteriore ristoro a tutte quelle attività economiche danneggiate dall’emergenza Covi-19; Avvio della terza fase dei buoni spesa con registrazione su piattaforma digitale o attraverso l’ausilio e il supporto dell’Ufficio servizi sociali; Piano straordinario di manutenzione di parchi pubblici e villette che in questa d’emergenza diventano nuovi centri di aggregazione sociale in modo da garantire: decoro, pulizia, manutenzione costante; Utilizzazione nei mesi estivi dei cortili delle scuole cittadine al fine di creare nuovi spazi sociali per attività ludico sportive; adozione in maniera urgente del regolamento del baratto amministrativo per favorire chi non potendo più pagare le imposte e tasse ha la possibilità di offrire al Comune la disponibilità in attività di servizio pubblico; Consultazione periodica del Tavolo di confronto permanente istituito all’interno delle commissioni consiliari congiunte 2a e 3a in modo da supportare al meglio le scelte in tutte le fasi dell’epidemia Covid-19. Esenzione totale, o in subordine parziale, dell’aliquota dell’addizionale comunale Irpef per le famiglie monoreddito con soglie Isee non superiori a 15.000,00 euro; Dare mandato agli uffici per accelerare al massimo l’iter procedurale per l’attivazione e l’avvio dei cantieri lavoro. Dare indirizzi agli Uffici attraverso specifici atti di Giunta in modo da rendere effettivi e in tempi rapidi gli impegni dati dal Consiglio comunale col presente dispositivo. GAETANO MILINO

Previous PIETRAPERZIA. Diciotto immigrati nella casa canonica di via Barone Tortorici.
Next L’epidemia di "meningite cerebro-spinale" che colpì Barrafranca nel 1929