AERANTI-CORALLO CHIEDE CHE IL GOVERNO SOSTENGA CON DECISIONE L’INFORMAZIONE RADIOTELEVISIVA LOCALE

AERANTI-CORALLO CHIEDE CHE IL GOVERNO SOSTENGA CON DECISIONE L’INFORMAZIONE RADIOTELEVISIVA LOCALE

Le radio e le tv locali sono in prima linea nell’informazione sul territorio relativa all’emergenza sanitaria Covid-19.
Al riguardo, l’avv. Marco Rossignoli, coordinatore Aeranti-Corallo, ha affermato:
“Attraverso i propri microfoni e le proprie telecamere, le radio e le tv locali, con l’eccezionale impegno dei propri giornalisti e dei propri tecnici, tengono costantemente informati i cittadini dei rispettivi territori su tutti gli aspetti dell’epidemia in atto.
In questo contesto – ha proseguito Rossignoli – appare evidente che tale ruolo informativo, di interesse pubblico, debba essere pienamente garantito e agevolato.
Per questo – ha aggiunto Rossignoli – Aeranti-Corallo chiede che il Parlamento, in sede di conversione del Decreto legge n. 18/2020 (c.d. “Decreto cura Italia”) introduca specifiche norme per il sostegno del settore radiotelevisivo locale, finalizzate a fronteggiare l’attuale situazione che sta causando una gravissima riduzione dei ricavi pubblicitari.
In mancanza di adeguate ed efficaci misure di sostegno economico, ha concluso Rossignoli, molte emittenti potrebbero essere costrette a cessare l’attività, con evidente, gravissimo nocumento per l’informazione locale nel nostro Paese”.

Previous Troina. Casi di coronavirus per cinque ricoverati presso l’Irccs Oasi Maria SS. di Troina.
Next Pietraperzia. Primo caso di contagio lo comunica il sindaco Antonio Bevilacqua, deceduta la signora.