Enna. “Sosteniamo l’Umberto I di Enna”

Enna. “Sosteniamo l’Umberto I di Enna”

 ENNA. “Coronavirus. Rafforziamo la terapia intensiva”. È la campagna raccolta fondi in team avviata, attraverso il canale “gofundme”.  A promuoverla il Corpo Volontari Protezione Civile di Enna e 4 altri. Questo il messaggio che si legge “gofundme” alla voce “Sosteniamo l’Umberto I di Enna”. “A Enna si contano ancora soli due casi ma i posti in terapia intensiva sono limitati così come le risorse, per questo come volontari dell’Ente corpo volontari protezione civile Anpas abbiamo deciso di sostenere l’azienda ospedaliera della nostra città. Il ricavato verrà INTERAMENTE devoluto all’azienda ospedaliera Umberto I di Enna che, in base alla cifra raccolta, provvederà all’acquisto di materiale medico e/o sanitario valutando le esigenze più importanti. INFO SU CHI GESTISCE LA CAMPAGNA: L’ente corpo volontari protezione civile di Enna è un’associazione di volontariato che opera a Enna dal 1990, è struttura operativa comunale di protezione civile di Enna, si occupa di sanitario, protezione civile e sociale. Sito internet: www.corpovolontarienna.org Ci trovate anche su Facebook e Instagram Numero di telefono: 093520421 e 093520422 Al termine della campagna verranno specificate le modalità di erogazione a dimostrazione dell’avvenuta consegna dei fondi raccolti. #coronavirus #rafforziAmoEnna”. Finora sono stati raccolti seimila 293 euro su un obiettivo di 30 mila euro.  Intanto su “gofundme” alla voce “Sosteniamo l’Umberto I di Enna” vengono diramati dei comunicati di aggiornamento della situazione. L’ultimo, in ordine di tempo, è quello del 12 marzo 2020. Il messaggio, a firma di Daniele Viavattene, Team member. Questo quanto si legge nel comunicato: “Vogliamo ringraziare ognuno di voi per aver aderito alla nostra iniziativa, siete così tanti che è impossibile ringraziarvi singolarmente! In due giorni abbiamo raccolto più di 4500€, ieri la stampa locale ha scritto di noi e l’associazione 360 si è unita alla nostra iniziativa. Sempre ieri un gruppo di ragazzi ha donato tutte le quote di partecipazione al loro fantacalcio alla nostra iniziativa dimostrando come i giovani, anche se lontani per motivi di studio, abbiamo a cuore la loro città. Oggi, domani e nei prossimi giorni dobbiamo cercare di raggiungere chi ancora non sa della nostra raccolta fondi, quindi aiutaci a condividere la nostra iniziativa per il bene della tua città e dei suoi cittadini. Sosteniamo l’Umberto I, forza!”. GAETANO MILINO

Previous BARRAFRANCA. Il sindaco Fabio Accardi: “La nostra salute e quella dei nostri cari dipende dal tuo agire”.
Next Il Vescovo Gisana "“La distanza è unità” Lettera alla Diocesi n. 4 – 2020