PIETRAPERZIA. Servizio a domicilio dalla Protezione Civile Comunale per  anziani, persone sole e quanti abbiamo estremo bisogno.

PIETRAPERZIA. Servizio a domicilio dalla Protezione Civile Comunale per  anziani, persone sole e quanti abbiamo estremo bisogno.

PIETRAPERZIA. Il messaggio pubblicato, con un post su facebook comune di Pietraperzia. Il servizio per la consegna a domicilio dei beni di prima necessità (spesa alimentare, farmaci). Per potere usufruire di tale servizio è necessario contattare il numero 0934 401881 negli orari di ufficio.  Un altro recapito telefonico, che si può contattare in altri orari, è 320 6657140. Infatti, anche in questa occasione la Protezione Civile di Pietraperzia si mette a disposizione per venire incontro alle necessità della collettività. Il sindaco Antonio Bevilacqua dichiara: “Un ringraziamento a questi nostri concittadini che volontariamente si mettono al servizio delle persone più deboli della nostra comunità”. “Un grazie particolare al gruppo comunale di Protezione Civile – aggiunge il sindaco Bevilacqua –  e ai volontari che vi aderiscono che hanno dato la disponibilità a fare partire questo servizio che è utile e fondamentale in questi momenti molto difficili per le persone che non hanno la possibilità di provvedere da sole a questi bisogni impellenti ed urgenti”. “Chiediamo la massima disponibilità della popolazione – continua il sindaco Antonio Bevilacqua – di non chiamare per questioni non urgenti. Questo servizio deve essere lasciato e garantito solo ed esclusivamente a chi ne ha realmente necessità. Ricordiamo che questo servizio si somma, eventualmente, a quello attivato in maniera autonoma dalle farmacie o dalle attività commerciali ed alimentari di Pietraperzia che già, autonomamente e in parte, stanno garantendo questo servizio”. Il sindaco Antonio Bevilacqua aggiunge: “È importante dare una presenza come Protezione Civile perché ci sono persone che hanno realmente bisogno e che vanno aiutate”. “Un piccolo passaggio vorrei dedicarlo alle persone che compongono il gruppo di Protezione Civile di Pietraperzia; sono ragazzi che stanno mettendo in gioco, in questo momento,  anche la loro salute perché sapere di  potere venire in contatto con persone che potrebbero trasmettere questo virus, decidere di stare in prima linea come fanno questi ragazzi, non è scontato”. “Mi sorprende la voglia di queste persone – aggiunge il sindaco di Pietraperzia – e di questi volontari di esserci in ogni momento. Mi sono addirittura trovato costretto a frenarli un po’ nel loro entusiasmo e a ridurre la presenza, in questi giorni, delle persone che vogliono essere dei componenti della Protezione Civile di Pietraperzia e che vogliono essere presenti perché è opportuno limitare i gruppi di persone che, anche all’interno della Protezione Civile, si riuniscono e svolgono questo servizio”. Il sindaco Bevilacqua aggiunge: “Oltre che ringraziare loro, rivolgo un appello alla popolazione affinché ci possa essere una ulteriore adesione a questo gruppo comunale di Protezione Civile che sta nascendo e si sta formando sul campo alle prese anche con questa emergenza e che è coordinato da Pino Di Gloria, impiegato comunale. Chi volesse aderire a questo gruppo si rivolga al Comune e a Pino Di Gloria anche perché è importante partecipare, in questi momenti di difficoltà, e riuscire a dare un contributo a quelle persone che ne hanno molto bisogno”. “Un grazie particolare a questi volontari – conclude il sindaco di Pietraperzia Antonio Bevilacqua –  e ci auguriamo che questa emergenza passi il prima possibile”. Pino Di Gloria, coordinatore della Protezione Civile di Pietraperzia, dichiara: “Noi della Protezione Civile di Pietraperzia abbiamo attivato il nuovo servizio che penso sia utile a tutta la popolazione, quello di portare la spesa e anche i farmaci a casa di chi è impossibilitato ad uscire e non ha parenti, quindi persone anziane e che sono da sole e che non abbiano nessuno che possa andare a fare la spesa per loro”. Pino Di Gloria aggiunge: “Le persone che abbiano tali caratteristiche ci possono telefonare al numero della Protezione Civile e noi provvederemo e diremo come agiremo noi e come dovranno comportarsi loro. Penso che la Protezione Civile stia facendo, nel proprio piccolo, quello che può.  Non possiamo lasciare da sole, mai, le persone che hanno bisogno di noi”. Pino Di Gloria conclude: “Noi non siamo né avanti ai nostri cari concittadini  né dietro; noi siamo al loro fianco,  pronti a sorreggerli nel momento del bisogno”. GAETANO MILINO

Previous BARRAFRANCA. Locali comunali chiusi per disinfezione.
Next PIETRAPERZIA. Il grave problema COVID 19 in versi.