BARRAFRANCA. Il Comune di Barrafranca si rinnova

BARRAFRANCA. Il Comune di Barrafranca si rinnova

- in Barrafranca

 BARRAFRANCA. Con Delibera di giunta n. 60 del 23.04.2019 è stata approvata la nuova struttura organizzativa dell’ente comunale. La nuova struttura mantiene il numero di settori cioè 6 ma ne rimodula le competenze. Questi i sei settori: Settore I – affari generali e finanziari; settore II – ambiente, energia e tecnologia; settore III – servizio alla persona; settore IV – urbanistica, edilizia e manutenzione; settore V –  lavori pubblici e patrimonio; settore VI – Polizia locale. “La riorganizzazione dell’Ente era un atto importante” –  afferma il Sindaco Fabio Accardi – faceva parte del programma elettorale ma soprattutto rappresentava una esigenza al fine di rendere più funzionale ed efficiente  la macchina amministrativa”.

“Abbiamo mantenuto inalterato – continua il sindaco di Barrafranca – il numero dei settori e manterremo inalterata la spesa. Ma abbiamo voluto organizzare meglio la struttura dell’ente puntando sull’ambiente, efficientemente energetico ed e-governament con un settore ibrido tecnico e amministrativo. Si occuperà di ambiente a 360 gradi: rifiuti e raccolta differenziata ma anche di tutela ambientale e qualità dell’ambiente”. E continua: “La salvaguardia dell’ambiente non può che passare naturalmente per l’efficientamento energetico e dall’abbattimento della produzione di CO2. Questi i compiti principali del II settore oltre ad efficientare la rete informatica e a predisporre servizi on-line per il cittadino. “Inoltre, abbiamo previsto – aggiunge il sindaco Fabio Accardi – un settore dedicato alla progettazione e alla valorizzazione del patrimonio comunale fondamentale in questa fase in cui escono tante linee di finanziamento per la realizzazione di opere pubbliche. Questi i compiti del V settore”. Il IV settore si occuperà della manutenzione in economia, della gestione del servizio idrico integrato ed edilizia privata.

Il I settore manterrà le competenze negli affari generali e finanziari. Infine, il III settore si occuperà dei servizi alla persona dai zero ai 100 anni ed oltre gestendo i servizi all’istruzione, i servizi sociali, i servizi ai disabili, agli anziani e i servizi al cittadino. “Una migliore funzionalità della macchina amministrativa – continua il primo cittadino di Barrafranca  – passa anche da una diversa allocazione degli uffici, infatti, stiamo pensando di rivoluzionare anche la collocazione degli uffici negli stabili Comunali cercando di utilizzare solo tre edifici cioè: Palazzo comunale, palazzo del giudice di pace ed edificio dei servizi sociali. Cosi si avrà un abbattimento della spesa di funzionamento degli stabili comunali. Completate questi operazioni – conclude il sindaco Fabio  Accardi – pensiamo di consegnare alla cittadinanza un Comune più efficiente e moderno che possa rispondere meglio alla esigenze della cittadinanza e del territorio e che possa adeguarsi più rapidamente ai cambiamenti della società sempre più tecnologica e smart. Infine, fondamentale sarà la valorizzazione del merito e delle risorse umane presenti”. GAETANO MILINO

You may also like

Antenne 5G. Fabio Venezia (PD): “La regione si attivi per chiedere al Governo nazionale di rivedere i valori di attenzione per i campi elettromagnetici a radiofrequenza”

“Di recente il governo nazionale ha previsto l’innalzamento