PIETRAPERZIA. In paese arrivano le strisce blu.

PIETRAPERZIA. In paese arrivano le strisce blu.

PIETRAPERZIA. Saranno attivate da lunedì 11 giugno. Lo comunica il sindaco Antonio Bevilacqua.  “Si informa la cittadinanza – è scritto nel comunicato del sindaco di Pietraperzia – che le strisce blu presenti in Via Stefano Di Blasi, Piazza Vittorio Emanuele, Via Barone Tortorici e Piazza Matteotti, saranno attivate a partire dal prossimo lunedì 11 giugno”. “Entro quella data (o dopo) – scrive ancora il sindaco Antonio Bevilacqua –  tutte le attività commerciali senza alcuna distinzione possono acquistare i ticket presso l’ufficio commercio municipale, con un agio previsto di € 0,12 per ogni ticket”. E continua: “Sempre entro quella data (o dopo), sempre presso l’ufficio commercio municipale ogni nucleo familiare che ha residenza anagrafica in una via dove sono presenti solamente strisce blu può richiedere ed ottenere un “pass” gratuito con durata annuale, valido esclusivamente nella stessa via di residenza. Tutti i cittadini (anche residenti in altri comuni) possono richiedere ed ottenere abbonamenti mensili del costo di  15 euro validi su tutto il territorio comunale.
“Infine, si ricorda – conclude il sindaco Antonio Bevilacqua – che i primi 15 minuti di sosta sono totalmente gratuiti: basta esibire sul cruscotto disco orario indicante l’orario di arrivo”..Le  strisce blu hanno portato anche ad una “rivoluzione” nel piano traffico. Tra le modifiche, l’istituzione del senso unico a salire in via Stefano Di Blasi, dal semaforo all’incrocio con via Sabotino. Le strade laterali sono state “predisposte” a senso unico, in maniera alternata. Gli stalli di sosta di via Stefano Di Blasi sono a lisca di pesce. In piazza Vittorio Emanuele si può sostare dalla parte del marciapiedi destro e non più in corrispondenza di quello centrale. Numerosi stalli di sosta bianchi e gratuiti predisposti in piazza della Repubblica e in via Tripoli. Per entrare nella stessa piazza della Repubblica bisogna imboccarla dalla parte dell’ex convento Santa Maria di Gesù per uscire dal lato opposto che costeggia l’ufficio postale. Gaetano Milino                                                                                                                                            

Previous Domenica 3 giugno talento e virtuosismo al Palagiovani di Barrafranca
Next L’ex presidente del Parco dei Nebrodi, Antoci agli studenti dell’ISISS G. Falcone di Barrafranca: “Ecco la mia rivoluzione della normalità”