Cercasi VOLONTARI per portare gli “Apustuli” nel giorno di Pasqua.

Cercasi VOLONTARI per portare gli “Apustuli” nel giorno di Pasqua.

Barrafranca (EN). Anche quest’anno la festa di Pasqua, consistente della tradizionale GIUNTA e nella processione serale, sarà organizzata dell’Associazione “Pro Pasqua” di Barrafranca di cui è presidente Franco Cannata, nata con lo scopo di coadiuvare tutte le forze presenti nella festa pasquale, dai proprietari degli “Apustuli” ai portatori, alle Chiese barresi e a tutti quelli che hanno a cuore il proseguimento della tradizione. Con il patrocinio del Comune, la festa si svolge soprattutto grazie alla dedizione dei proprietari dei Santoni che ne curano la manutenzione e l’allestimento di quegli enormi Giganti raffiguranti i dodici apostoli e delle Chiese detentrici dei fercoli del Cristo Risorto e della Madonnina della Giunta. Prima come semplice comitato, adesso come associazione, ogni anno la “Pro Pasqua” riesce a organizzare  la tradizionale festa di Pasqua, grazie alle offerte devolute dai commercianti e dalle Chiese barresi, oltre alla tassazione di ogni proprietario dei Santoni. Grazie a loro, la tradizione continua!.

Questi enormi Giganti processionali sono fatti muovere grazie a dei portatori. In genere sono gli stessi proprietari che si occupano di trasportarli, ma da soli non riescono a coprire le intere ore dello svolgimento della festa. “Anche quest’anno- ci comunica il presidente Franco Cannata- chiediamo aiuto alla nostra comunità. I portatori siamo pochi e non riusciamo a coprire l’intera giornata di Pasqua”. L’anno scorso i barresi hanno accolto a massa l’invito di portare, a titolo gratuito, gli “Apustuli”.

Anche quest’anno s’invita la CITTADINANZA di provare l’emozione di avere sulle proprie spalle i “Giganti pasquali”. Perciò chi volesse PORTARE GLI APUSTULI (ricordiamo a titolo gratuito) può presentarsi la mattina di Pasqua 1 APRILE 2018 nella chiesa di San Francesco, sita in Piazza Regina Margherita, entro le ore 10.00.

Rita Bevilacqua

You may also like

MAZZARINO: l’arch. Alfonso Salvatore Alessi partecipa alla mostra collettiva “L’arte rompe le maglie della quotidianità unendo il divino con il terreno”

Il pittore mazzarinese arch. Alfonso Salvatore Alessi partecipa