Pietraperzia. Ulteriore potenziamento delle forze di polizia in paese dopo i danni alla casa in campagna di proprietà di Saro Ciulla

Pietraperzia. Ulteriore potenziamento delle forze di polizia in paese dopo i danni alla casa in campagna di proprietà di Saro Ciulla

- in Pietraperzia

La decisione al termine della riunione del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza alla prefettura di Enna. Il vertice presieduto dal prefetto Maria Rita Leonardi. Tra i presenti anche il sindaco di Pietraperzia Antonio Bevilacqua. Intanto si stanno valutando i gravi danni alla casa di campagna di Saro Ciulla, suocero del primo cittadino di Pietraperzia. Il villino, in contrada Mandrazzi, lungo la statale 191 Pietraperzia Barrafranca, è stato danneggiato da un violentissimo incendio di presunta origine dolosa. Le fiamme hanno distrutto suppellettili e arredi. Il grave attentato, ancora ad opera di ignoti, scoperto dal proprietario nella tarda mattinata di ieri. Il movimento 5 Stelle di Pietraperzia, su Facebook scrive: “Avete mai visto in faccia la vigliaccheria? Ha queste squallide sembianze. Massima solidarietà e vicinanza alla famiglia Ciulla-Bevilacqua”. Intanto il paese è stretto in una morsa dalle forze di polizia. Numerose sono le pattuglie di carabinieri e polizia di Stato a Pietraperzia. Sono impegnate in vari posti di blocco e in attività di perquisizioni e indagini serrate. Si vuole dare un nome e un volto a chi ha appiccato il fuoco nella casa di campagna di Saro Ciulla. Intanto il sindaco Antonio Bevilacqua dichiara: “Dal comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza è venuto fuori un rafforzamento ulteriore dei controlli del territorio”. “Abbiamo poi fatto – continua il sindaco Bevilacqua – un confronto sincero sull’effettiva sensazione e il messaggio che passa. Sono stato io ad evidenziare ciò”. Il messaggio è bruttissimo. Nonostante tutte queste forze dell’ordine nel momento in cui pensano di fare qualcosa, ritengono di dovere fare qualcosa e la fanno lo stesso”. E continua: “Arrivati a questo punto, ci vuole una valutazione diversa degli interventi da mettere in campo. Non so che altro pensare”. “Il messaggio che è stato lanciato è anche questo. Oltre al fatto di un ulteriore attacco alle istituzioni ‘Io, nonostante il Comune sia presidiato io attacco’ e quindi questo fa paura perché non è rivolto a me ma può essere rivolto nei confronti di chiunque. In questo momento nessuno può sentirsi al sicuro”. Il sindaco Antonio Bevilacqua continua: “Ci è stato assicurato che verrà garantita la sicurezza per quanto riguarda questi attentati, non so di che tipo”. Tuttavia il sindaco Bevilacqua e l’amministrazione comunale da lui presieduta e guidata non fanno alcun passo indietro sul fronte legalità. “Già da oggi – continua il sindaco di Pietraperzia – abbiamo ripreso con le attività amministrative e proseguiremo”. E conclude: “Speriamo che riescano a beccare qualcuno”. Gaetano Milino

You may also like

PIETRAPERZIA. Nuove luci in corrispondenza del lavatoio “Canale”.

“L’Area” arricchita con le nuove luci è quella