Enna. Arrivati gli studenti universitari bosniaci

Enna. Arrivati gli studenti universitari bosniaci

- in Enna

Sono arrivati lunedì scorso a Enna i 21 studenti universitari bosniaci grazie ad una sinergia tra l’Ong Luciano Lama, l’Università Kore di Enna e l’Ambasciata d’Italia a Sarajevo che ha cofinanziato l’iniziativa unitamente al Ministero degli Affari Esteri.  Anche l’Ersu di Enna ha contribuito finanziariamente. I ragazzi rimarranno per dodici giorni sul nostro territorio con la possibilità di poter svolgere degli incontri accademici presso l’ateneo ennese ma anche conoscere la realtà del nostro territorio in toto.  Gli studenti provengono dalle università bosniache di Sarajevo, Mostar e Banja Luka, in rappresentanza delle tre diverse etnie presenti nello stato balcanico. I seminari previsti per gli  universitari sono orientati allo sviluppo e all’approfondimento della lingua e della cultura italiana, con un particolare contributo alla Sicilia. Il ciclo di incontri prevede una serie di importanti tematiche, tra cui letteratura, cinema e fotografia, architettura, tradizioni popolari, usi e costumi e tesori del patrimonio archeologico della Sicilia. L’iniziativa sarà occasione per dare inizio ad un vero e proprio interscambio tra le due realtà studentesche. Nella giornata del 22 novembre hanno avuto la possibilità di conoscere il comune di Assoro ed incontrare gli studenti delle scuole di quel centro. Nel pomeriggio  di giovedì 23  andranno in visita al comando provinciale della Guardia di Finanza. Durante la permanenza visiteranno le principali città d’arte della Sicilia. Mercoledì 29 chiusura del ciclo di seminari e in serata saluti e bilancio conclusivo dell’iniziativa. Nella mattinata di giovedì 30 la delegazione di studenti farà ritorno in Bosnia Erzegovina.

 

You may also like

Barrafranca. “A Casicatummina”, il nuovo libro di poesie in dialetto barrese di Alessandro Geraci.

Il titolo del libro “Casicatummina” termine dialettale che