La Libertas Consolini spegne 37 candeline e presente il “Baskettario 2017”, un calendario degli appassionati della palla a spicchi

La Libertas Consolini spegne 37 candeline e presente il “Baskettario 2017”, un calendario degli appassionati della palla a spicchi

In occasione dei 37 anni della associazione, la Consolini cestistica, ha presentato il “Baskettario 2017”. Il Baskettario, il calendario degli appassionati della palla a spicchi, ha voluto colpire gli stessi con un’idea davvero originale, quale quella di ritrovare la pallacanestro nella quotidianità. L’idea di questa visione maniacale della pallacanestro, nella routine di tutti giorni, è opera di Francesco Milano e del fotografo professionista Nicola Campisi. “Il nostro sport è stato sempre caratterizzato da una non indifferente stravaganza – dice Milano. Con Nicola abbiamo pensato a tutte le situazioni possibili ed a tutti i luoghi dove era possibile attuare delle azioni di gioco. Il risultato è stato geniale”.
Dalla quotidianità dell’autobus che accompagna i giovani a scuola, alla spesa con mamma, passando per luoghi quali il panificio, l’ora di strumento a scuola, fino ad arrivare alla messa della domenica. Un’idea molto simpatica e divertente nella realizzazione, grazie anche alla partecipazione dei genitori dei bambini, presenti anche in un paio di foto. L’idea, a detta di molti è stata davvero originale ma la parte più complessa è stata sicuramente la realizzazione, il posizionare ogni singolo soggetto in contesti e spazi anche stretti, cercando al meglio di rendere “viva la scena”. Questo è avvenuto grazie alla professionalità ed alla competenza di un noto fotografo, nonchè amico della nostra associazione, Nicola Campisi. “Mi sono divertito tantissimo. Mettere a disposizione le mie competenze per un’associazione che fa tanto e da tanto, così come faccio io nel mio campo, è stato un piacere. I ragazzi hanno un riferimento sportivo sano e per me è stata una simpatica e divertente missione, dove mi sono ritrovato a giocare, facendo diventare il basket, una fantastica ossessione”. Palloni che vengono infornati nel laboratorio del panificio, un match giocato sui carrelli della spesa nel supermercato, due palle contese nel laboratorio musicale della scuola e davanti l’altare della chiesa; per non parlare di un match molto combattuto tra i posti di un bus ed una bolgia all’interno di un ristorante.
Nella realizzazione del calendario si deve sottolineare la collaborazione di chi ha dato la disponibilità dei luoghi: Decò Enna Mercato, il Ristorante Meimuna del “nostro” Gaetano Pirrera e F.lli, il Panificio Sutera, l’Istituto Comprensivo E. De Amicis, in particolare il Dirigente Scolastico Prof. Filippo Gervasi ed il Prof. Stefano Termine, la Sais, in particolare Giuseppe Spadaro, il nostro sempre presente Don Giuseppe Fausciana. E soprattutto per la grafica, la grande professionalità di Marta Colajanni.
“Giocala fino allo scadere!”, il motto del Baskettario, un mood del mondo del basket, ma soprattutto della vita in generale. Cercare di essere sempre pronti a lottare per il raggiungimento di ogni obiettivo, a stare sempre sul pezzo mettendo sempre il meglio di se stessi, quello che la nostra associazione insegna ad i giovani per dare loro una spinta a credere sempre nelle loro potenzialità.

Previous L'Avis rinnova i membri del direttivo dopo l'assemblea annuale alla presenza del presidente regionale Salvo Mandarà
Next Il twirling approda a Barrafranca: accolta dai giovani barresi la campionessa Sara Monelli