Il bello della Sicilia a partire dalla storia le tradizioni ma anche i tanti aneddoti

Il bello della Sicilia a partire dalla storia le tradizioni ma anche i tanti aneddoti

Il giovane barrese Andrea Barbaro Galizia ha creato una pagina facebook “Rubrica Sicilia” che sta ottenendo molti consensi in tutto il mondo

Far conoscere la Sicilia prima ai siciliani e poi al resto del mondo. Questo lo slogan del giovane Andrea Galizia Barbaro il quale vedendo molti suoi coetanei emigrare in altre nazioni per realizzarsi in controtendenza è rimasto per incoraggiare coloro che sono rimasti ad aprire gli occhi e vedere quanto incantevole sia la Sicilia con la possibilità di restarci. “La Sicilia ha forgiato la mia personalità – afferma il giovane Andrea Barbaro Galizia – perché non voglio andarmene dalla mia isola e tramite il mio umile lavoro voglio far risvegliare la fiducia dei siciliani perché solo loro la possono rendere bella. Come? Non ho sponsor, anzi l’unico è la nostra terra raccontandone gli aneddoti e le mille storie”. Andrea Barbaro Galizia , 25 anni, frequenta l’ultimo anno della facoltà di Giurisprudenza nell’ateneo catanese. E’ residente a Barrafranca ed ha frequentato il liceo scientifico “A. Volta” di Caltanissetta. Molti giovani condividono il suo progetto, e da pochi mesi se ne sono aggiunti molti altri, dato che hanno accolto la sua idea secondo cui “ la migliore pubblicità per la Sicilia sono i siciliani che parlano bene della Sicilia”. Il giovane barrese ha creato una pagina facebook “Rubrica Sicilia” che in soli pochi mesi è meta di molte visite. Da considerare che in un giorno ha toccato anche le 12mila visualizzazioni di un video in cui racconta il rapporto sulla lotta storica tra San Cataldo e Caltanissetta, tra il numero 22 e il termine “maunzisi” (traditore). “ Per la bellezza che ha la nostra isola è certo che molte cose le diamo per scontate, quando, in verità non lo sono – continua Andrea Barbaro Galizia – e che molte sono fondate su falsità storiche; la gente è accogliente, il cibo è eccellente e c’è il mare, i paesaggi mozzafiato e i vulcani. Se da una parte ci sono tanti problemi capisco anche che la cultura, la storia e la natura non hanno colpe”. Andrea svolge svariate ricerche e tra queste quelle sull’origine dei nomi dei dolci tipici siciliani sulle loro storie, sul perché nascono associate alle usanze popolari. Un esempio sono i “totò” (i taralli) oppure la frutta martorana e le “muffulette”; quest’ultimo dolce si diffuse in America a New Orleans, durante il periodo dell’emigrazione italiana, nel 1920, da un tale Salvatore Lupo il quale riuscì a coinvolgere una fascia più ampia di popolazione. Barbaro ha una grande capacità espositiva e la finalità della sua attività sui social network (è il fondatore ed ideatore di “Rubrica Sicilia”) è quella di ricercare e spiegare i grandi misteri siciliani, le origini della della cucina siciliana con i suoi prodotti che ci vengono invidiati da tutto il mondo. “ Si studiano aforismi e frasi siciliani – conclude Andrea Barbaro Galizia – ma anche le curiosità e la vita nel quotidiano e di chi, con tutte le difficoltà del caso, ha deciso di investire in questa terra”. Il progetto da attenzione alle testimonianze turistiche che descrivono l’emozione anche di una foto scattata; da la parola all’artista siciliano conosciuto o emergente considerato che molto spesso è “nuddu” in Sicilia; poi le testimonianza di siciliani coraggiosi in contrapposizione a chi vuole “svendere” la Sicilia; e poi storie di uomini e donne morti che hanno sacrificato la loro vita per cambiare in meglio la nostra terra. Insomma un progetto ambito che da l’idea sul modo di fare e di pensare dei siciliani. Andrea Barbaro Galizia tra i centri siciliani nei prossimi mesi sarà a Nicosia e curerà la settimana santa a Barrafranca, e darà attenzione anche alla specialità di alcuni prodotti tipici del territorio tra cui la mandorla. Diciotto persone le persone che provenienti da ogni parte della Sicilia , armati di talento, di preparazione e di passione compongo il team di RUBRICA SICILIA. Oltre ad Andrea Barbaro Galizia (Fondatore e coordinatore) fa parte del Team Viviana Bonfirraro (BARRAFRANCA, Segreteria), Sam Spampinato (NICOLOSI, Esperto social marketing), Jacopo Vasta (CATANIA, Fotografo e aiuto grafica),Totò Burgarello (SAN CATALDO, Responsabile Dirette Facebook e tecnico audio e video), Ivan Nicosia (CATANIA, Guida regionale e videopromoter). Queste le fonti da cui attingere che sono risorse umane e che rappresentano il territorio siciliano: Salvo Pillitteri e Giuseppe Fatta (Palermo e provincia),  Samantha Bonfirraro (Enna e provincia), Luigi Garbato, Stefania Gentile, Floriana Galizia (Caltanissetta e provincia), Francesco Bocchieri (Ragusa e provincia), Gaetano Brunetti Baldi (Siracusa e provincia), Salvatore Ficarra (Catania e provincia), Ylenia Di Stefano (Trapani e provincia), Angelo Palermo (Agrigento e provincia) e, infine, Andrea Santoro (Messina e provincia).

Previous Troina. Il comune chiede lo stato di calamità naturale
Next Offerta formativa dell' istituto superiore "Carafa" di Mazzarino nelle classi della scuola media "Verga" di Barrafranca