Il consigliere comunale Clorinda Perri si dimette da capogruppo dell’Udc

Il consigliere comunale Clorinda Perri si dimette da capogruppo dell’Udc

A distanza di poche ore le competenze all’interno dell’Udc si stravolgono con decisioni, in seguito, rese anche da figure del partito locale. Il consigliere comunale Clorinda Perri da le dimissioni da capogruppo del partito dell’Udc (la data è del 10 gennaio quella pervenuta in redazione) mentre la nomina del nuovo capogruppo (ufficializzata dal segretario cittadino dell’Udc, Filippo Faraci) Salvatore Cumia è stata protocollata ieri al comune. Perri ha inviato le dimissioni da capogruppo al presidente del Consiglio comunale dott. Giovanni Di Dio, al sindaco prof. Fabio Accardi e ai capigruppo consiliari. Nelle precedenti elezioni comunali quattro sono stati i consiglieri eletti nella lista Udc, Cumia, Patti, Perri e Strazzante ma, come è naturale che sia, qualcosa bolle in pentola. Queste le motivazioni rese note dal consigliere comunale Clorinda Perri:

“Dopo un’attenta valutazione e colloqui intercorsi con gli altri componenti del gruppo consiliare “UDC” ho preso atto della mancanza di unità del gruppo nel suo complesso e, quindi, del cambiamento della situazione iniziale in cui si era deciso che il sottoscritto dovesse rappresentare l’intero gruppo in Consiglio Comunale. Avevamo rinunciato alle nostre individualità per puntare su una squadra che potesse dare vita ad un nuovo corso, a quel rinascimento economico e culturale che Barrafranca attende da decenni. I nostri punti di forza erano l’ascolto, la condivisione, la partecipazione. Il nostro orizzonte era il bene della città. Purtroppo i buoni propositi si sono scontrati subito con “l’esigenza” della vittoria, come se l’obiettivo da perseguire non fosse quello di amministrare la città ma “solo” quello di vincere.

La mia ambizione è sempre stata, ora come allora, quella di provare a cambiare la nostra città; non potevo rinunciare senza provarci fino in fondo, e qualcosa di buono siamo anche riusciti a farla. Sono convinta che chi fa politica, oggi più che mai, non solo deve essere rispettoso della legge ma essere avanguardia di buone pratiche e di virtù civiche. Sono questi i motivi che mi fanno ritenere che così non si possa andare avanti e che le rassicurazioni che più volte ho ottenuto non siano più sufficienti. Da qui la decisone di dimettermi irrevocabilmente dal ruolo di capogruppo consiliare dell’ Unione di Centro. Con questa scelta non voglio prendere le distanze da una maggioranza che anch’io ho contribuito in qualche modo a costituire, ma riconquistare quella libertà di azione che i ruoli ai quali oggi rinuncio non mi consentono. Non posso più rappresentare un gruppo che è tale soltanto di nome. Non posso più rappresentare un partito che tale non è. Da oggi inizia una nuova fase che mi vedrà ancora in prima linea quando si tratterà di agire nell’esclusivo interesse della città, senza compromessi e con un unico referente: i cittadini di Barrafranca. Rimango più che mai convinta che il ruolo di Capogruppo, rivesta un’importanza strategica all’interno del Consiglio Comunale, quale anello di congiunzione tra organismo esecutivo e quello deliberativo a favorirne la condivisione delle scelte. Chiedo che questa mia presa di posizione non venga interpretata come uno “strappo” ad un progetto a cui ho creduto e ancora credo, ma coerentemente a quello che ho sempre affermato, cerco di impegnarmi nelle cose in cui ritengo di dare un valido contributo, altrimenti lascio fare ad altri. Con la presente, pertanto, rassegno le proprie dimissioni da Capogruppo. Certa della comprensione e del riscontro che le SS. LL. hanno posto in merito a quanto qui esposto, colgo l’occasione per porgere i miei più Cordiali Saluti. AdMaiora!”

 

 

 

Previous Interrogazione per gli abbonamenti e rimborsi a favore degli studenti pendolari
Next Nella sede del Museo Regionale Interdisciplinare di Caltanissetta presentazione del volume “Nomismata. Studi di numismatica antica”