Continuano i disagi per il tratto stradale della Sp 15 chiuso dallo scorso maggio

Continuano i disagi per il tratto stradale della Sp 15 chiuso dallo scorso maggio

La strada è di porprietà della provincia ma non bastano le sollecitazioni che arrivano da più parti. Intanto i consiglieri dell' Udc presentano interrogazione all'amministrazione Accardi

Disagio elevato per studenti pendolari, turisti e aziende agricole e che dura da mesi per l’interruzione della SP 15 che collega la cittadina barrese alla Villa Romana Casale e a Piazza Armerina. Ad evidenziarlo ancora una volta sono i consiglieri comunali del consesso civico barrese Salvatore Cumia (primo firmatario), Clorinda Perri, Giovanni Patti e Michela Strazzanti i quali hanno presentato un’interrogazione all’amministrazione inerente sui disservizi relativi all’interruzione della strada provinciale Barrafranca – Piazza Armerina. Sono due i tratti stradali interessati da smottamenti, uno vicino a pochi chilometri da Barrafranca e uno a pochi chilometri da Piazza Armerina (per questo tratto dovrebbe espletarsi la gara d’appalto) che, anche se non isolano la villa Romana del Casale limitano oggettivamente il possibile afflusso dei turisti con il possibile dietro front da parte dei Tour Operator. “Da diversi mesi la SP 15 strada provinciale che collega Barrafranca a Piazza Armerina – affermano i consiglieri comunali – risulta interrotta al regolare transito dei veicoli. Che nel territorio interessato nei pressi di contrada Torre e contrade limitrofe sono esistenti molte aziende agricole, per cui i proprietari hanno difficoltà a raggiungere i propri fondi agricoli in maniera agevole, se non allungando notevolmente il percorso”. La strada risulta essere danneggiata ed interrotta, interessa il territorio del comune di Barrafranca e in precedenza l’amministrazione con il sindaco Fabio Accardi ha sollecitato l’ente provincia e anche il sindaco armerino Miroddi per poter capire il modo di come si sta affrontando questa emergenza. “Molti autobus di turisti diretti verso Villa Romana del Casale stanno iniziando a cambiare itinerari per non attraversare il nostro centro abitato, che per via del traffico e della sosta indisciplinata di veicoli potrebbe far perdere tempo ai mezzi con i turisti a bordo. Tale situazione potrebbe pregiudicare in futuro una nostra potenziale occasione di sviluppo economico. Chiediamo all’amministrazione di attivarsi al più presto affinchè venga ripristinata la viabilità”. Anche nei mesi scorsi in diverse sedute del consiglio comunale gli interventi dei consiglieri comunali Salvatore Cumia e Michela Strazzante hanno più volte segnalato il problema ma sullo stato dei luoghi dopo mesi i lavori non sono iniziati. I consiglieri comunali, tramite l’atto a loro idoneo, chiedono all’amministrazione qual è lo stato attuale della situazione e se è già stato fatto un monitoraggio dei tecnici. “Vorremmo sapere se è stato chiesto un crono programma degli interventi che l’ente Provincia intende realizzare. “ Vorremmo sapere in che fase sono tali interventi e se è stato chiesto un tavolo tecnico congiunto tra tecnici della Provincia e tecnici comunali”.

Previous Il presidente Roberto Costa scuote i suoi: " Contro il Motta serve grinta e carattere per conquistare tre punti importanti"
Next In nove comuni ennesi si parteciperà alla Giornata nazionale del Banco Alimentare