L’associazione Tara Green World denuncia l’uccisione dei cani assistiti

L’associazione Tara Green World denuncia l’uccisione dei cani assistiti

Francofonte (Sr)  – Ottobre 2016:
Ieri, come tutti i giorni, i volontari si recavano all’interno della struttura dove attualmente sono presenti i cani randagi, di proprietà comunale, salvati da maltrattamenti e accuditi, sfamati e curati dai volontari di Tara Green World.
Al centro del piazzale, davanti ai box, l’amara scoperta di uno dei cani da noi salvati da maltrattamento, riverso a terra con un ampio foro all’altezza della gabbia toracica, privo delle interiora.
Il medico veterinario ha dichiarato: “non ho mai visto una cosa simile, sembra un esecuzione”

Il 7 Ottobre è morto un altro cane, presunto caso di avvelenamento, siamo in attesa di conoscere i risultati dell’autopsia.
Ogni giorno, i volontari hanno il terrore di trovare davanti ai loro occhi situazioni atroci (ricordiamo la mattanza dei sei cuccioli avvenuta nel mese di Giugno, presso l’ex comando della polizia municipale, vedi link seguente: https://www.facebook.com/tara.green.54738/posts/1213012218731315).
Da allora ci troviamo quasi ogni giorno davanti a cani sbranati, morti di stenti, abbandonati ai limiti della sopravvivenza, avvelenati e massacrati totalmente.
Totalmente inutili le segnalazioni presso il comando dei vigili urbani di Francofonte che, non prendono le denunce neanche su appuntamento.

Abbiamo sporto denuncia presso i Carabinieri di Francofonte che, prontamente, sono intervenuti a fare i dovuti accertamenti.

CHIEDIAMO GIUSTIZIA !!!




I volontari di Tara Green World, da circa un anno, sono attivi sul territorio francofontese.
La nostra mission consiste nel recuperare, curare, accudire, soccorrere, trasportare, fare adottare, sterilizzare, microchippare e sfamare i randagi presenti sul territorio siciliano, senza MAI aver chiesto o percepito da parte dell’amministrazione comunale NESSUN SUSSIDIO, neanche l’acqua!!
Grazie alla nostra attività di puro volontariato, a sostegno degli animali in difficoltà e nella lotta al randagismo, gli effetti sull’intera società sono stati molteplici, ne citiamo solo alcuni:
I randagi, abbandonati a se stessi da parte dell’amministrazione comunale, sarebbero morti di stenti; Il numero di nascite sarebbe quintuplicato nel giro di pochi mesi, aumentando drasticamente la formazione di branchi; Gli incidenti stradali causati da animali vaganti sarebbero aumentati drasticamente; Le condizioni igienico-sanitarie sarebbero peggiorate.
Questi sono solo pochi dei pericoli scongiurati da Tara Green World.
Mensilmente, grazie alla nostra attività, l’amministrazione comunale risparmia mediamente 5.000,00 (cinquemila,00 euro) mensili di diaria, senza considerare le spese di cibo, medicinali, visite veterinarie, microchippatura, sterilizzazione, trasporto e soccorso.
Grazie alla collaborazione tra Sud e Nord siamo riusciti a far adottare 69 (sessantanove) cani.

A seguito della manifestazione di interesse approvata da parte dell’Amministrazione comunale di Francofonte (http://156.54.128.64/francofonte/mc/mc_p_dettaglio.php), per “l’affidamento in uso di una porzione di area all’interno della struttura denominata autoparco, al fine di realizzare un oasi-rifugio per animali trovati vaganti all’interno del territorio urbano comunale.”
Tara Green World si astiene dal parteciparne e sente l’obbligo di informare quanto segue:
La manifestazione di interesse risulta essere in forte contrapposizione con la legge regionale 15/2000 in materia di tutela e benessere animale;
La manifestazione di interesse prevede un regolamento che non ci consente di poter investire fondi all’interno della struttura ai fini di metterla in sicurezza secondo le normative igienico-sanitarie vigenti, in disapprovazione con l’azienda sanitaria provinciale;
Tara Green World NON può investire fondi per realizzare una struttura che “può essere revocata in qualsiasi momento, ad insindacabile giudizio dell’Amministrazione comunale…”
Tara Green World NON chiede nessun sussidio, solo le condizioni ai fini di poter garantire una continuità alle attività di volontariato e alla realizzazione della stessa, nonché una maggiore sicurezza e tutela per gli animali ospitati e per i volontari che operano nella completa assenza di istituzioni e cittadini.

Per i motivi sopracitati, Tara Green World ritiene che NON ci sono i presupposti per avviare, nel tempo presente e futuro, una collaborazione con l’attuale amministrazione comunale di Francofonte ai fini di una maggiore tutela e benessere animale e lotta al randagismo.

 

Lo staff Tara Green World



Previous La scuola media “Don Milani” ripropone l’evento LA DOLCEZZA DELLA SOLIDARIETÀ
Next La polizia municipale adotterà tra pochi giorni lo "Street Control". Il sindaco Accardi: " C'è la possibilità di reprimere con efficacia alcune violazioni del codice della strada"