Sventato furto di cavi elettrici con il recupero di 750 Kg di matasse di rame

Sventato furto di cavi elettrici con il recupero di 750 Kg di matasse di rame

Durante la notte i militari della Compagnia Carabinieri di Piazza Armerina (EN) collaborati dai colleghi della Stazione Carabinieri di Riesi (CL), nel corso di un servizio predisposto per contrastare e prevenire il fenomeno dei reati di tipo predatorio in tutto il territorio di competenza, hanno sventato un furto che ignoti stavano perpetrando a Piazza Armerina in contrada Gruppazzi ai danni della linea elettrica Enel.
Gli autori del furto, che avevano già asportato 2000 metri di cavo elettrico di rame, alla vista delle pattuglie si davano a precipitosa fuga a bordo di un automezzo furgonato avente all’interno le matasse di rame appena asportate. I militari, si ponevano immediatamente sulle tracce dei malfattori attivando posti di controllo su tutta l’area di possibile fuga, ricompresa anche nella giurisdizione della Stazione di Riesi (CL). Infatti, poco dopo, venivano intercettati proprio da una pattuglia di quella stazione e inseguiti. Giunti nel territorio del Comune di Pietraperzia, in località Favara, gli autori del furto, vistisi ormai braccati da parte delle numerose pattuglie dell’Arma, abbandonavano un autovettura Chrysler Voyager con all’interno la refurtiva e si dileguavano a piedi per le campagne circostanti.
I cavi di rame recuperati, consistenti in 17 matasse per un peso complessivo di 750 Kg e un valore di circa 5.000 euro, sono stati restituiti alla società Enel. Sono in corso ulteriori indagini per risalire agli autori del furto.

Previous Si ruba anche nelle scuole: ladri hanno fatto visita in tre plessi in una sola notte
Next Il Salotto artistico-letterario “Civico 49” ospita il pittore Rocco Paci