Sospensione della raccolta dei rifiuti solidi urbani: è ancora emergenza rifiuti. L’amministrazione richiede l’intervento della protezione civile o dell’esercito

Sospensione della raccolta dei rifiuti solidi urbani: è ancora emergenza rifiuti. L’amministrazione richiede l’intervento della protezione civile o dell’esercito




Una nota inviata a diversi enti istituzionali con la dicitura: ” Gravissima emergenza rifiuti: sospensione della raccolta dei RSU”. Barrafranca ancora soffre l’emergenza rifiuti.

Si avvisa la cittadinanza che a causa del blocco dei mezzi e della mancanza di fornitura del carburante per gli stessi, oggi il servizio di raccolta rifiuti solidi urbani non è avvenuto regolarmente; pertanto si invita la cittadinanza a non conferire i rifiuti ; in attesa che da lunedì si possa riavviare il servizio. Al fine di riattivare celermente il servizio L’amministrazione comunale ha raggiunto telefonicamente il Commissario dell’ ATO alla quale ha manifestato le proprie rimostranze e ha chiesto una rapida soluzione alla problematica che ormai da tempo grava sulla città. Inoltre ha trasmesso una nota agli organi istituzionali territoriali affinché ognuno per le proprie competenze contribuisca alla risoluzione della problematica.

La nota trasmessa a vari enti istituzionali anche a livello nazionale e regionale. Oltre al ministero dell’ambiente e della sanità, al presidente del consiglio dei Ministri, la nota è stata inviata al Presidente della Regione Siciliana, all’ Assessorato regionale Energia e Servizi Pubblici, al Dipartimento regionale Acqua e Rifiuti, al dipartimento della protezione civile. Interessati anche gli enti territoriali tra cui il prefetto di Enna, la procura della Repubblica e il comando regionale Militare Regione Sud Sicilia Palermo.

La nota rimarca che oggi non è stata assicurata la raccolta rifiuti per diversi motivi come il blocco dei tre mezzi che dovevano operare per la raccolta rifiuti; un altro problema è la mancata fornitura di carburante ai mezzi. Vi è anche il mancato pagamento delle sppettanze agli operatori ecologici di diverse mensilità. “L’amministrazione – recita la nota – chiede alle SS. LL., secondo le Loro competenze , di attivare le misure urgentissime che il caso richiede e, in particolare, il ripristino della regolare raccolta rifiuti e lo smaltimento degli stessi prodotti giornalmente in questo comune tramite la MOBILITAZIONE DELLA PROTEZIONE CIVILE E/O dell’ ESERCITO, al fine di poter uscire dalla gravissima emergenza”.



Previous L'autrice Elvira Seminara, la "cantastorie" capace di trasformare e dare una nuova vita agli scarti
Next Consegna del cantiere della chiesa di San Benedetto: tra poche settimane l'inizio dei lavori per il restauro e consolidamento della struttura