Rifiuti, è iniziata la raccolta di rifiuti da contrada Sottoserra

Rifiuti, è iniziata la raccolta di rifiuti da contrada Sottoserra

- in Barrafranca




E’ iniziata in contrada Sottoserra la raccolta dei cumuli rifiuti presenti da molti giorni sul sito vicino il Belvedere. Diversi camion di una ditta privata si stanno adoperando a bonificare l’area.

Intanto il sindaco Fabio Accardi nei giorni scorsi è stato intervistato al TG3 Sicilia sulla situazione dei rifiuti a Barrafranca. Il primo cittadino ha esortato le istituzioni a farsi carico del problema che sta diventando sempre più complicato da risolvere ed in tempi brevi. A quanto pare la risposta è arrivata, tanto che sul suo profilo Facebook Fabio Accardi ha scritto testualmente.

“La denuncia e gli appelli producono i loro effetti:
1- sono stati sbloccati tre mezzi per la raccolta.
2- ripresa, se pur con difficoltà, della raccolta dei rifiuti.
3- domani dovrebbe iniziare l’operazione di raccolta straordinaria dei cumuli di rifiuti per terra.
4- da lunedì dovrebbero entrare in funzione altri due mezzi che erano in manutenzione da un mese.
5- pomeriggio il prefetto ha chiesto di incontrarmi.
Manca l’ultimo tassello fare partire la raccolta differenziata ma con la buona volontà di tutti, un sistema di raccolta organizzato adeguatamente e la giusta informazione possiamo farcela.
Forza Barrafranca!”

Ma sempre su Facebook la comunità si mobilita per organizzare una manifestazione di grande impatto che dovrebbe servire a sensibilizzare e protestare conto la situazione di stallo venutasi a creare nella nostra città.

Intanto già da poche ore, in contrada “Sottoserra”, è iniziata la raccolta di rifiuti da parte di una ditta privata di Catenanuova. L’iniziativa è stata intrapresa da parte dell’amministrazione Accardi (il quale sta seguendo da vicino tutta l’operazione) e che in questi giorni con l’ausilio di mezzi cercherà di bonificare le aree interessate a discariche abusive.




You may also like

Protocollo d’Intesa tra la Sezione Teatro del Premio città di Leonforte e le associazioni culturali  Belvedere e Caracò.

Saranno tra gli osservatori ospiti della sfida tra