Ex compagni di classe si ritrovano dopo 50 anni: uno di loro, medico affermato terrà una conferenza sulla malattie cardiovascolari

Si ritroveranno dopo 50 anni gli ex alunni della classe III A a Barrafranca. Addirittura uno di loro, medico affermato, Claudio Cinà, domani terrà una conferenza sulla prevenzione delle malattie cardiovascolari. Non è stato facile raggruppare tutti gli ex compagni dell’anno scolastico 1966/1967 ma non si sono persi d’animo i due compagni barresi Franco Martorana e Salvatore Faraci che per diversi mesi hanno lavorato per incontrarsi tutti insieme. “ L’incontro di tanti ex alunni ci riempie di gioia – affermano Martorana e Faraci – e tra i tanti che si sono affermati nel mondo della scuola, dell’artigianato c’è anche un noto medico il quale per l’occasione terrà un incontro sulla prevenzione delle malattie cardiovascolari”. E’ l’ex compagno di scuola Claudio Cinà, primario della clinica Morgagni a Catania e a Toronto in Canada ed era figlio del maresciallo Cinà ex comandante di della stazione locale barrese. Ma il compito assiduo dei due ex alunni, Franco Martorana e Salvatore Faraci non si è fermato soltanto ad individuare gli alunni ma è andata avanti con la ricerca dei loro insegnanti. Infatti si sono recati a Enna per incontrare l’insegnante Ninella Persico e poi a Catania per incontrare gli insegnanti Carlo Prestifilippo e Anna Maria Sapienza. “Non è stato facile rintracciare tutti – afferma Martorana e Faraci – ed è stato emozionante rivedersi con gli insegnanti. Invece con gli insegnanti abbiamo raccontato i tempi passati e spensierati della scuola”. Gli ex alunni assieme agli insegnanti si riuniranno sabato e scatteranno la stessa foto di 50 anni fa. Tanti ex alunni sono a Barrafranca e addirittura c’è Maria Angela Campoccia che insegna a Granarolo dell’Emilia (Bologna) e per l’occasione arriverà per incontrarsi con i suoi ex compagni di classe.

Previous L'ufficio del Giudice di Pace riapre a fine mese
Next "Operazione Green Farm". Scoperta ingente piantagione di marijuana in un fondo di 400 mq. Valore stimato di 1 milione e 600 mila euro