Giovane ragazza salvata da un medico davanti l’ospedaletto a pochi metri dalla postazione del 118

Giovane ragazza salvata da un medico davanti l’ospedaletto a pochi metri dalla postazione del 118

Presenti anche due volontari dell'associazione Amico Soccorso in attesa del 118 che è arrivata da Mazzarino perchè quella di Barrafranca e Pietraperzia erano impegnate

Una ragazza che accusa un malore vicino l’ospedaletto viene salvata da un medico. A pochi metri c’era la sede del pronto soccorso e del 118 ma il caso ha voluto che l’ambulanza era già era impegnata in un’altra operazione. La stessa cosa per l’ambulanza medicalizzata di Pietraperzia per cui l’unica disponibile era quella di Mazzarino. E’ successo nei giorni scorsi a Barrafranca e grazie ad un medico che passava con la sua auto, notando una folla di persone vicino la struttura dell’Ospedaletto, in pieno centro, è sceso dalla sua macchina e notando la situazione della donna ha dato il primo soccorso. Un intervento che è stato importantissimo, a quando sembra, perchè di sicuro ha evitato effetti negativi sulla salute della ragazza.
Erano circa le ore 18 quando una ragazza accusa un malore e si accascia a terra. La gente si avvicina per dare soccorso. Sul posto oltre al medico c’erano anche due operatori dell’Amico Soccorso. Il medico che ha soccorso la ragazza è Liborio Strazzanti il quale ha adottato delle procedure utili e necessarie. Già erano partite le telefonate al “118”, il numero unico di soccorso. Secondo quanto raccontato da chi era presente, è stata fatta la richiesta di soccorso al 118 ma l’ambulanza di Barrafranca era impegnata per un soccorso. Passano i minuti ma anche l’ambulanza del 118 di Pietraperzia era impegnata. Alla fine è arrivata quella del 118 di Mazzarino. Ma al di la di questo sembra che il gesto generoso e di una persona competente come un medico abbia evitato, forse, una tragedia più grande.

Previous I cittadini del M5S, Corrao (parlamentare europeo), Morra e Catalfo (senatori), Cancelleri e Cappello (deputati Ars)
Next L’antica tela di Sant’Isidoro agricola presente nella chiesa Maria SS. della Stella