Nel castello Ursino “La principessa misteriosa” laboratorio ludico-didattico per tuffarsi nel medioevo

Domenica Domenica (15 maggio dalle 10) inizia il ciclo “Paladini per bambini” organizzato da Officine Culturali

Comincia da Castello Ursino, il nuovo ciclo di incontri dal titolo “Paladini per bambini” che Officine Culturali dedica ai più piccoli per spiegare loro l’Orlando Innamorato di Matteo Maria Boiardo e l’Orlando Furioso di Ludovico Ariosto, con un laboratorio fissato per domenica 15 maggio alle ore 10.
“Paladini per bambini” celebra i cinquecento anni dalla comparsa della prima edizione dell’Orlando Furioso. In questo primo incontro, intitolato “La principessa misteriosa”, i bambini potranno fare un tuffo nel Medioevo. Carlo Magno, re di Francia, è in procinto di organizzare una sfarzosissima festa a palazzo. Tra i saloni della residenza reale appare una giovane misteriosa, bellissima, nessuno sa da dove venga, nemmeno Orlando, nipote di re Carlo, e cavaliere le cui gesta per nobiltà sono note da un capo all’altro del mondo. Durante la festa al tanto coraggioso Orlando, ma anche timido e delicato, succederà qualcosa che lo segnerà profondamente.
Il laboratorio è diviso in due parti: nella prima l’attrice Francesca Fichera, tra racconto e lettura, farà compiere un viaggio ai bambini proprio tra le pagine di un libro che ha raccontato gesta di uomini valorosi, re fantastici, mostri, principesse, deserti, castelli, foreste e giardini fatati; nella seconda parte, invece, i piccoli viaggiatori della storia potranno raccontare attraverso l’arte e un’attività di gioco teatro quello che li avrà più emozionati, rivivendo le gesta dei protagonisti del poema di Ariosto. Il laboratorio verrà attivato solo al raggiungimento del numero minimo previsto di partecipanti ed è rivolto a bambini di età compresa tra i 5 e i 9 anni.

Previous L' Unione cattolica stampa italiana di Sicilia incontra l'arcivescovo di Catania, mons. Salvatore Gristina
Next A Viagrande (CT) la IX edizione di State Akorti – Festival internazionale del cortometraggio comico-umoristico