Cerimonia in ricordo del missionario gesuita Prospero Intorcetta

Cerimonia in ricordo del missionario gesuita Prospero Intorcetta

La Fondazione Prospero Intorcetta Cultura Aperta al fine di promuovere e valorizzare la figura storica del missionario gesuitico piazzese Prospero Intorcetta, che ha operato in Cina dal 1657 al 1696, ha fatto realizzare dallo scultore Angelo Salemi di Mazzarino due busti commemorativi in pietra arenaria locale. Il presidente della Fondazione è Giuseppe Portagallo.
Sulla parte frontale dei busti a sinistra in basso è stata incisa con tecnica del basso rilievo uno scorcio della “Cattedrale di Piazza Armerina”, mentre a destra in basso la “Pagoda con il lago” di Hangzhou. I due busti sono stati donati al Comune di Piazza Armerina al fine di collocarli uno a Piazza Armerina città natale di Prospero Intorcetta e l’altro ad Hangzhou città dove è morto e sepolto.
L’area in cui si dovrà collocare predetto Busto commemorativo, ricade all’interno del centro storico del comune di Piazza Armerina e più precisamente nella piazza antistante alla Biblioteca Comunale (ex Collegio dei Gesuiti), la chiesa S. Ignazio di Loyola, costeggiata dalla via Vittorio Emanuele e di fronte alla chiesa di S. Anna con adiacente la Salita Sant’Anna.
Mentre il secondo busto, che sarà donato dal Comune di Piazza Armerina e dalla Fondazione alla Diocesi di Hangzhou ,sarà collocato presso il Cimitero Cattolico di Hangzhou(Cina).
I busti in oggetto, rappresentante l’immagine a tutto tondo del Gesuita, risulterà collocato su di un piedistallo, con applicata targa commemorativa, delle dimensioni di cm 40×60 con un’altezza di cm 110.
La cerimonia per presentare ai cittadini di Piazza Armerina questo busto commemorativo sarà svolta il 23 marzo 2016 alle ore 11.30 (vedere programma allegato);mentre la cerimonia della posa del busto in Cina sarà svolta ad Hangzhou il 5 settembre 2016.Il programma sarà comunicato successivamente.

Previous Prima Categoria, girone H. La Barrese espugna il campo del Nicosia e vola verso i play off
Next Giornata di integrazione al Csr di Barrafranca