Tribunale di Enna dichiara illegittima la determinazione adottata nel giugno 2015 dal sindaco Lupo sulla scelta del caposettore

Tribunale di Enna dichiara illegittima la determinazione adottata nel giugno 2015 dal sindaco Lupo sulla scelta del caposettore

Il sindaco aveva accorpato l'unità di progetto, scaduta a giugno, al quarto settore


Il Tribunale di Enna, sezione collegiale del lavoro, ha accolto il reclamo del dott. Eugenio Diliberto, un funzionario tecnico del Comune di Barrafranca, difeso dall’avv. Katia Gloria del Foro di Enna, dichiarando illegittimo il provvedimento con cui l’ex sindaco Salvatore Lupo aveva nominato, come responsabile del IV Settore “Gestione del Territorio – Urbanistica – Edilizia Privata – Infrastrutture e Manutenzioni”, il geom. Giuseppe Zuccalà, difeso dell’avv. Antonio Giuseppe Bonanno. Il dott. Eugenio Diliberto aveva, infatti, partecipato alla procedura selettiva per il conferimento dell’incarico di responsabile del IV Settore, a cui l’allora sindaco Salvatore Lupo aveva immotivatamente preferito il geom. Giuseppe Zuccalà.
Il Tribunale di Enna, accogliendo il reclamo proposto dal dott. Eugenio Diliberto ed in riforma dell’ordinanza di primo grado, ha dichiarato illegittima la determinazione sindacale n. 18 del 18.06.2015 di nomina del geom. Giuseppe Zuccalà in quanto priva delle necessarie motivazioni e valutazioni comparative previste dalla legge, dal regolamento comunale di organizzazione degli uffici e dei servizi e dal contratto collettivo nazionale di settore. In altri termini, il Tribunale di Enna, sezione collegiale del lavoro, ha stabilito il principio sancito dalla legge per cui il conferimento dell’incarico di capo settore e responsabile della relativa posizione organizzativa non ha natura meramente fiduciaria, ma deve essere rivolto alla scelta del soggetto più titolato in quanto solo così è possibile garantire maggiormente l’interesse della Pubblica Amministrazione, che è quello di rendere un servizio alla cittadinanza più efficace ed efficiente.
Il comune di Barrafranca, difeso dall’avv. Fulvio Licari, è stato condannato, in solido con il geom. Giuseppe Zuccalà, alla rifusione delle spese legali sostenute dal dott. Eugenio Diliberto, illegittimamente estromesso dal conferimento di detto incarico, dovrà, in ultima analisi, effettuare nuovamente la procedura per la nomina del capo del IV Settore nel rispetto dei criteri previsti dalla legge, dando atto della relativa scelta con adeguata motivazione e ciò al fine di evitare la scelta arbitraria, censurata dal Tribunale di Enna, contenuta delle determinazione n. 18 del 18.06.2015 emessa dall’allora sindaco, Salvatore Lupo.

Previous Chiesti 10 anni per l'anziano Salvatore Siciliano
Next Raccolti 13 mila chili di rifiuti da parte degli operatori ecologici