L’istituto Falcone è pronto per dare il via alla seconde edizione “La notte bianca dei Licei”

L’istituto Falcone è pronto per dare il via alla seconde edizione “La notte bianca dei Licei”

Quella di oggi, 15 gennaio per l’Isiss “G. Falcone” di Barrafranca sarà la “notte bianca”, ricca di iniziative ed eventi volti a dimostrare che la cultura classica, da cui è partita la civiltà occidentale, è ancora oggi capace di dialogare coi giovani. Promossa dalla dirigente, prof. Maria Stella Gueli, la “Notte bianca dei Licei” è un evento nazionale alla sua seconda edizione. L’iniziativa, partita dalla Sicilia, è nata da un’idea di Rocco Schembra, docente al Gulli e Pennisi di Acireale. Il tema di quest’anno è il mito ieri e oggi. L’evento, che si svolgerà dalle 18.00 alle 24.00 presso l’Istituto G. Falcone, sito in via Pio la Torre, è rivolto non solo agli studenti e familiari ma anche a tutta la cittadinanza. Una notte bianca in contemporanea in decine e decine di Licei classici italiani, per promuovere, ma anche per difendere la cultura classica. Nel corso dell’evento si  svolgeranno rappresentazioni teatri, letture animate, concerti, performance, mostre fotografiche e di arti visive, conferenze, dibattiti, incontri con gli autori, degustazione ispirate al mondo antico e tanto altro.Gli alunni del liceo Classico Falcone di Barrafranca allestiranno diverse aree all’interno dell’Istituto con momenti dedicati alla lettura, musica dal vivo, attività teatrali con due spettacoli: la commedia plautina “Amphitruo” (Anfitrione), tradotta e riadattata da Giovanni R.D. Viola, alunno della classe III A e “I promessi sposi 3.0”, una rivisitazione del romanzo manzoniano in chiave moderna, scritto da Aureliana La Pusata, alunna della classe VA. I visitatori potranno vedere anche uno spazio simposiale in cui poter degustare cibi ispirati alle abitudini culinarie dei Greci e dei Romani; uno spazio pinacoteca, con i quadri realizzati dai ragazzi-artisti dell’istituto; delle aule allestite per la lettura di favole e di reading in Inglese; degli spazi musicali curati da musicisti del Liceo Classico e Scientifico. I cartelloni, le locandine degli spettacoli, i cibi, i costumi, e gli altri richiami al modo classico sono realizzati interamente dagli alunni con il coordinamento dei docenti. Tali attività assumono sicuramente un alto valore formativo per gli studenti che esprimono la loro creatività, acquisiscono competenze e capacità di collaborazione, dimostrando di essere persone costruttive nel percorso di crescita di cui sono i protagonisti.

Previous Incontro tra l'assessore regionale Gianluca Miccichè e rappresentanti dei lavoratori ex RMI
Next Mercato settimanale: intesa tra Polizia Municipale e operatori ecologici per la raccolta di rifiuti