Caso del tredicenne deceduto all’Umberto I di Enna: indagati due medici

Caso del tredicenne deceduto all’Umberto I di Enna: indagati due medici

Per la morte del tredicenne Calogero Tropea sono due i medici del reparto di rianimazione iscritti nel registro degli indagati. Il provvedimento da parte della Procura della Repubblica di Enna è considerato anche come un atto dovuto al fine di consentire la nomina di due legali da parte dei due indagati durante il l’autopsia disposta per le prossime ore. Come si ricorderà Calogero Tropea era arrivato in ospedale con l’ambulanza lo scorso 1 settembre e nonostante l’intervento dei medici dopo poco tempo è entrato in coma. E’ deceduto domenica scorsa (6 settembre) alle 19,30 all’ospedale Umberto I di Enna. La causa ancora sconosciuta potrebbe essere il morso di zecca ma si aspettano elementi che potranno accertarne la vera causa dall’autopsia. Dopo il decesso i familiari di Calogero Tropea avevano presentato, accompagnati dal proprio legale di fiducia, l’avv. Angelo Tambè, un esposto perchè non era stata data alcune indicazione su una diagnosi certa del ragazzo. L’autopsia potrebbe dare le prime indicazioni importanti. Il legale della famiglia, avv. Tambè, ha nominato consulente di parte il patologo Giulio Cardia, docente universitario dell’ateneo di Messina.

Previous A ottobre il distretto turistico Dea di Morgantina sarà online
Next 20 settembre 2015 VIII GIORNATA NAZIONALE SLA. Anche Barrafranca aderirà all'evento