Ritorno…al passato: sei commilitoni si incontrano dopo 32 anni.

Ritorno…al passato: sei commilitoni si incontrano dopo 32 anni.

Sei ufficiali dell’esercito nonostante vivono in diverse parti d’Italia si sono incontrati dopo 32 anni in un noto ristorante di Pergusa per il forte sentimento di amicizia. I sei commilitoni di cui cinque in congedo ed uno in servizio avevano svolto il servizio nel 1983 presso la stessa Caserma, la Monte Cimone nella località Banne dell’altipiano triestino a ridosso della città e distante solo un paio di chilometri dal confine di stato con l’allora Yugoslavia. L’incontro è stato fortemente voluto da Cesare Stefanoni di Lecco che trovandosi in ferie nelle zone del siracusano e per la prima volta in Sicilia con la famiglia ha caldeggiato l’incontro, che Giuseppe Avola, di Barrafranca, ha organizzato presso un locale <> da dove arrivava il Tenente Col. Paolo Mollura tutt’ora in servizio e vice comandate a Trapani del 6° reggimento Bersaglieri. Gli altri ufficiali in congedo che hanno accettato con piacere, oltre al barrese Giuseppe Avola, sono Fausto Ayroldi di Roma e Dario Grimaldi residente a Catania tutti appartenenti all’ 8° Reggimento di Artiglieria “Pasubio”; infine, Salvatore Cancilla da Resuttano appartenente allo squadrone di Cavalleria Contro/Carri “Vittorio Veneto”. Questi i sei militari con i rispettivi gradi: i vari Cesare Stefanoni, Fausto Ayroldi, Giuseppe Avola e Dario Grimaldi congedati da tenenti artiglieria, poi Dario Grimaldi da tenente cavalleria e, infine il tenente colonnello Paolo Mollura ancora in servizio. In quel periodo molti giovani militari, tra cui molti siciliani, venivano inviati ai confini e questi commilitoni nonostante la giovane età condivisero momenti di spensieratezza e noti brani musicali di un tempo ma anche modellarono il proprio carattere e temperamento. “ Era un periodo in cui – affermano i sei commilitoni – eravamo lontani dalle nostre famiglie ma incontrare amici diversi con culture diverse ci ha arricchito tanto. Dopo 32 anni è stato bellissimo rivedersi anche se un po più grandi ma sempre forti e determinati”. I sei commilitoni, hanno iniziato a ricordare gli aneddoti più assurdi e i ricordi di una solida amicizia ma si sono ripromessi di incontrarsi perché è stato piacevole <> nel passato di questi giovani militari.

Previous Pietraperzia. Sfilata di modelli per l'edizione Sposi 2016 nell'anfiteatro della villa comunale.
Next Sant'Alessio Siculo/ Al giornalista ennese, Ivan Scinardo, il premio Proserpina 2015.