Il M5S di Barrafranca: “Nessun accordo preso con questa amministrazione. La nostra azione è volta solo per l’interesse della comunità”.

Il M5S di Barrafranca: “Nessun accordo preso con questa amministrazione. La nostra azione è volta solo per l’interesse della comunità”.

Il movimento Cinque Stelle di Barrafranca ribadisce con un gruppo di attivisti che <<nessun accordo è stato preso con quest’amministrazione e nessuna poltrona è stata data a membri del movimento cinque stelle Barrafranca>>. Questo arriva dopo le parole enunciate da parte di un consigliere comunale Salvatore Puzzo ’58 in una delle recenti sedute del consesso civico della prima decade di giugno. La missiva è stata indirizzata al sindaco barrese Salvatore Lupo, al presidente del consiglio comunale, Calogero Zuccalà e ai consigliere comunali. ” Alla luce degli ultimi avvenimenti, verificatisi nel consiglio comunale  e alle dichiarazioni del consigliere Salvatore Puzzo ’58, che lasciavano senza ombra di dubbio intendere una fantomatica convergenza tra il nostro gruppo e questa amministrazione comunale ci corre l’obbligo di dichiarare che << nessun accordo è stato preso con quest’amministrazione e nessuna poltrona è stata data a membri del movimento cinque stelle Barrafranca e nessun assessore fa parte o ha mai fatto parte del M5S Barrafranca. Le illazioni del consigliere Puzzo sono prive di fondamento perché il M5S Barrafranca ha sempre criticato l’operato dell’amministrazione e del consiglio comunale,  chiedendone in ogni occasione le dimissioni. Quanto dal consigliere dichiarato è palesemente falso ed esprime un modo arcaico di fare politica che non ci appartiene e che forse è appartenuto a qualche altro gruppo. La nomina dell’assessore in questione può essere interpretata come una maldestra ricerca di consenso da parte dell’amministrazione che non ha sortito gli effetti desiderati”. Il M5S di Barrafranca rimarca, come tra la scelta del piano di riequilibrio e il dissesto finanziario è stata sempre a favore della prima ipotesi ( da tener presente che il consesso civico, con i propri voti non può dichiarare il dissesto di un ente ma può votare, come ha già fatto, l’avvio del piano di riequilibrio finanziario dando pieno mandato all’amministrazione). ”  Il nostro appoggio all’avvio di una procedura per il piano di riequilibrio finanziario pluriennale è meramente frutto di un senso di responsabilità da parte di  cittadini che hanno a cuore le sorti del proprio comune. Pur consapevoli che chi ha causato il male non potrà mai esserne la cura, auspichiamo che il consiglio comunale e l’amministrazione metta in primo piano l’interesse della collettività, abbandonando, almeno per un momento, lo scontro e i giochi politici”. Il movimento 5 Stelle conclude dicendo: <<I cittadini giudicheranno il nostro e il vostro operato>>.

 

 

Previous VEGLIA DI PREGHIERA E MESSA PRES. DA DON SALV NICOLOSI
Next Consiglieri comunali reputano grave il comportamento di assessore ai lavori pubblici e invitano il sindaco a revocare l'incarico.