Disabili. Oggi la chiusura a Enna del centro diurno del Csr-Aias. Il direttore generale del Csr, Lo Trovato: “Speriamo in una soluzione positiva, per il bene dei nostri assistiti e dei nostri lavoratori”.

Disabili. Oggi la chiusura a Enna del centro diurno del Csr-Aias. Il direttore generale del Csr, Lo Trovato: “Speriamo in una soluzione positiva, per il bene dei nostri assistiti e dei nostri lavoratori”.

Chiude oggi, martedì 30 giugno, il Centro diurno per disabili del Consorzio Siciliano di Riabilitazione-Aias di Enna che, attivo ormai da anni, ospita ogni giorno 23 ragazzi e ragazze con disabilità provenienti da Enna, Calascibetta e Villarosa. Il Centro Diurno, gestito dal centro di riabilitazione di Contrada Santa Panasia in convenzione con l’amministrazione comunale, è stato chiuso a seguito dei mancati pagamenti da parte del Comune di Enna. “E’ una decisione che non avremmo voluto prendere ma sulla quale purtroppo non abbiamo scelta – spiega il Direttore generale del Csr, ing. Francesco Lo Trovato – Da tre anni infatti andiamo avanti senza finanziamenti da parte del Comune di Enna. Siamo comunque fiduciosi perché tutto possa risolversi al più presto”. Mercoledì scorso intanto si è svolto un incontro tra i genitori dei 23 Assistiti del Centro diurno, i dipendenti, i dirigenti del Csr-Aias e l’amministrazione comunale, presente il sindaco Di Pietro: “Il Comune si è detto disponibile a proseguire il servizio di Centro diurno e a verificare in breve tempo come reperire i fondi per riattivarlo – spiega Calogero Vetriolo, consigliere nazionale dell’Aias – Noi, per il bene dei nostri disabili, siamo andati avanti anche senza fondi, ma ci auguriamo e siamo certi che questa nuova amministrazione sappia cogliere le esigenze dei disabili e dei loro familiari, che nel Centro diurno vedono un appiglio importante”. “Ce lo auguriamo – conclude Vetriolo – anche per i sette dipendenti del Csr di Enna impegnati nel Centro diurno e per i quali ci troviamo costretti a sospendere il contratto”.



Previous L'ex chiesa di SAN GIUSEPPE- La storia e le foto di una chiesa non più esistente
Next Calcio a 7/ Memorial Marco D'Angelo: le prime due semifinaliste sono Energie Naturali e Agenzia Funebri Faraci.