Seconda Categoria, girone L: Comunità Frontiera si impone sull’Atletico Raffadali.

Seconda Categoria, girone L: Comunità Frontiera si impone sull’Atletico Raffadali.

Comunità Frontiera si impone sull’Atletico Raffadali nel campionato di Seconda Categoria, girone L, solo dopo venti minuti di gioco sul risultato di 1-0 perché gli ospiti si sono ridotti, dopo un infortunio, con solo sei giocatori in campo. Una gara giocata non ad armi pari tra Comunità Frontiera e Atletico Raffadali dove gli ospiti agrigentini si sono disposti in campo con soli sette giocatori. Invece la comunità Frontiera ha schierato tutti gli undici giocatori in campo ad iniziare da Vincenzo Messina in porta e poi i vari Antonio Lorina, Giuseppe Scaletta, Filippo Bongiovanni, Giammichele Bongiovanni, Paolo Di Prima, Filippo D’Urso, Maurizio Privitera, Filippo Carciofalo, Giuseppe Pergola e Rosario Caffo, dove quest’ultimo è rientrato dopo diversi mesi e con la fascia di capitano; un riconoscimento importante per un giocatore che, seppur non giocando, ha dato tanto facendo gruppo con gli altri giocatori della società. La rete dell’1-0 è arrivata nel primo minuto di gioco con la rete del capocannoniere pietrino, Filippo D’Urso, poi dopo venti minuti il triplice fischio dell’arbitro, il nisseno Alessio Dominante perché ha riscontrato dopo un infortunio ospite che non vi erano i presupposti della fine dell’incontro secondo le regole della Figc. I tre punti per la società pietrina sono importanti in quanto è in piena zona play off ma a decidere l’unico posto sarà l’ultima giornata di campionato del prossimo 12 aprile. Dopo la neopromossa Chiaramontana, la società pietrina ha 29 punti ed occupa l’ultimo posto che da l’accesso ai play off ma dietro c’è il Valledolmo con 28 punti. Per qualificarsi matematicamente i pietrini dovrebbero andare a vincere a San Cataldo contro lo Spartacus.

Previous Riti e usanze della pasqua ebraica. Protagonisti gli alunni della Don Milani
Next Rivisitati i riti della settimana santa a Barrafranca. Alunni hanno assistito anche alla vestizione dell'apostolo San Tommaso