La Biblioteca Comunale di Barrafranca ricorda il “Giorno della Memoria” con un evento dedicato ai ragazzi

La Biblioteca Comunale di Barrafranca ricorda il “Giorno della Memoria” con un evento dedicato ai ragazzi

Mercoledì 30 gennaio 2019 si è svolto presso la sala Mons. Cravotta della Biblioteca Comunale di Barrafranca (EN) un evento dedicato alla Giornata della Memoria. L’evento è stato organizzato e curato dal personale della Biblioteca Liboria Tambè, Lucia Collerone e Anna Maria Avola. Sono state coinvolte le classi della Scuola Secondaria di Primo grado “G.Verga” dell’Istituto Comprensivo “Europa” e della “Don Milani” dell’Istituto Comprensivo “San Giovanni Bosco”. L’incontro ha dato ai ragazzi l’opportunità di riflettere e capire gli orrori che l’Olocausto ha provocato negli anni oscuri della Seconda Guerra Mondiale. Dopo un breve intervento della dott.ssa Anna Schirò Capo del III settore – Servizi alla Persona, i ragazzi hanno recitato la poesia “Scarpette rosse” di Joyce Lussu e letto e commentato alcuni versi tratti dal  “Diario di Anne Frank”. Al termine è stato proiettato il film “Il bambino con il pigiama a righe” diretto e sceneggiato da Mark Herman, tratto dal romanzo di John Boyne. Dopo la proiezione  si è svolto un dibattito tra gli alunni, soprattutto sul tema dell’amicizia, in riferimento al sentimento di amicizia nato tra i  protagonisti principali del film , il figlio del ufficiale nazista e un bambino ebreo prigioniero. Un alunno ha manifestato la propria riflessione dicendo: “Siamo tutti uguali indipendentemente dal colore della pelle, sesso, nazionalità, religione, colore politico e nessuno escluso. Siamo tutti di RAZZA UMANA”. (Fonte e foto Biblioteca Comunale)

Il GIORNO DELLA MEMORIA è una ricorrenza che si celebra il 27 gennaio per ricordare le vittime dell’OLOCAUSTO. Questa data è stata scelta dall’Assemblea delle Nazioni Unite con una risoluzione nel 2005. L’Italia aveva già istituito la giornata della commemorazione, promulgando una legge nel 20 luglio del 2000. La ricorrenza internazionale vuole ricordare e commemorare le vittime della Shoah, proprio nel giorno in cui le truppe sovietiche liberano il campo di concentramento di Auschwitz, divenendo per la memoria collettiva il lugubre emblema dell’olocausto. ll 27 gennaio 1945 furono le truppe sovietiche della 60ª Armata del 1º Fronte ucraino del maresciallo Ivan Konev che, nel corso dell’offensiva in direzione di Berlino, arrivarono per prime presso la città polacca di Oświęcim (in tedesco Auschwitz), scoprendo il vicino campo di concentramento e liberandone superstiti. La scoperta di Auschwitz e le testimonianze dei sopravvissuti rivelarono compiutamente per la prima volta al mondo l’orrore del genocidio nazista.

Rita Bevilacqua

Previous Riesi. L'exallievo più longevo d'Italia
Next PIETRAPERZIA. Grande successo nel recital “Scusi lei ci crede ai miracoli?”.