Barrafranca. “A Natale, a rischio la raccolta dei rifiuti”, comunicato del sindaco Accardi

Barrafranca. “A Natale, a rischio la raccolta dei rifiuti”, comunicato del sindaco Accardi

Barrafranca.A rischio la raccolta rifiuti a Barrafranca. A comunicarlo Il Sindaco Fabio Accardi con una nota inviata alla stampa. Potremmo passare un Natale senza servizio di Raccolta RSU afferma Accardi dopo l’annullamento in autotutela da parte del Consiglio Comunale del piano finanziario e della relativa TARI 2018, che in prima istanza erano state approvate con le delibere di C.C. nn.83 e 84 del 30.10.2018. Ad oggi dovendo rinnovare l’ordinanza per garantire il servizio di igiene urbana fino alla consegna del locale cantiere alla società ISEDA che avverrà il 14 gennaio 2019 e dopo un’attenta verifica dei costi, da parte degli uffici comunali si è appalesata la insufficiente copertura finanziaria del servizio.

Il vecchio piano risalente al 2011, infatti, oltre ad essere difforme al piano tecnico d’intervento approvato nel 2016 dal Consiglio Comunale che prevede il “porta a porta” non risponde all’adeguamento dei costi di tutte le voci di capitolato (contratti dipendenti, costo carburante, costo mezzi, ecc) essenziali per potere espletare i servizi incomprimibili di igiene urbana.

Dovremmo sospendere il servizio fino alla fine dell’anno, Afferma il primo cittadino Fabio Accardi, ma stiamo valutando le soluzioni possibili per evitare di ripiombare nella emergenza igienico sanitaria di qualche anno fa, non è semplice ma troveremo una soluzione. Ricordiamo che il servizio, garantito con ordinanza, è uno stralcio del piano d’intervento dell’ARO di Barrafranca approvato dal Consiglio Comunale dell’Ente e che quindi risponde in termini di costi e di servizi al deliberato del C.C. Inoltre, da giugno 2018 abbiamo avviato la raccolta differenziata che, oggi, potrebbe subire una forte battuta d’arresto causando ulteriori disservizi e danni per la comunità. Prendo atto non condividendo della decisione del C.C. di annullare le delibere nn.83 e 84 relative al piano finanziario e la TARI 2018, potendo nella seduta del 30.10.2018 emendare il piano presentato dall’amministrazione comunale, in linea con pareri dei tecnici comunali e dei revisori dei conti, eliminando voci e costi ritenuti a dire di alcuni consiglieri Illegittimi o superflui. Per la gravità della situazione che l’Ente sta vivendo sono stati informati gli organi competenti. Ci riserviamo qualsiasi azione a garanzia del Comune, Conclude Accardi, sicuramente non possiamo far mancare un servizio essenziale ed indispensabile come quello dell’igiene urbana per questo facciamo appello a tutta la cittadinanza di continuare a collaborare per mantenere un buon livello di differenziata rispettando il calendario di raccolta e non abbandonando rifiuti per strada. Della situazione ho già informato i funzionari regionali del dipartimento acqua e rifiuti ed informerò per iscritto il Presidente della Regione on. Nello Musumeci e la deputazione del territorio.

Previous PIETRAPERZIA. “La tragedia di San Domenico” nella chiesa del Carmine.
Next NICOSIA. Nascondeva fucile e munizioni nella propria azienda agricola; allevatore arrestato dai Carabinieri.