Presentazione del libro di Diego Aleo “Libidine di un angelo”

Presentazione del libro di Diego Aleo “Libidine di un angelo”

Martedì 11 settembre 2018 alle ore 18.30 presso l’Associazione “Il Sorriso” viale Signore Ritrovato, Barrafranca (EN) il professor Diego Aleo presenterà l’ultima sua fatica letteraria “Libidine di un angelo” pubblicato da Bonfirraro Editore. Porteranno i loro saluti Gina Patti presidente UCIIM di Barrafranca, Edwige Terranova presidente Circolo di Cultura di Barrafranca e Salvo Bonfirraro editore. Interverranno Jole Virone, Rita Bevilacqua e Gaetano Vicari.

“Romanzo di vite vissute, d’incontri di anime di esperienze interiori. L’autore, nel tracciare le vicende dei due giovani protagonisti, Albert e Khalid, analizza e dipana le maglie del dolore… di quello stato di sofferenza fisico e morale che è parte integrante della vita umana. Innanzi tutto dolore fisico inteso come sofferenza in terra straniera. Khalid è marocchino, «arabo, dalla pelle olivastra e dal grande cuore», Albert è tedesco, «biondo dall’aspetto bellissimo» costretti entrambi a lasciare la loro terra. «I poveri nella terra del benessere…» scrive l’autore all’inizio del romanzo. I poveri, i diseredati, che la loro condizione rende “ultimi”, gli ultimi in mezzo ad una società di puro benessere, di consumismo smodato, dove l’indifferenza a chi ti sta vicino regna sovrana.”

Professore di Lettere in pensione, Diego Aleo è una personalità molto conosciuta e apprezzata nell’ambiente culturale barrese. E’ stato uno dei fondatori della Pro Loco di Barrafranca e dell’attuale Radio Luce. Ha rivestito per diversi anni il ruolo di presidente del Circolo Cattolico (di cui è stato anche fondatore) e dell’ UCIIM di Barrafranca, di cui è presidente onorario. Inoltre è socio fondatore del Salotto artistico-letterario “Civico 49” di Barrafranca. Studioso di tradizioni popolari, nel 1986 ha pubblicato con Gaetano Vicari il libro “La grande eredità-Viaggio attraverso le tradizioni della Settimana Santa nel cuore della Sicilia – Fede e folklore a Barrafranca”. Nel 2010 scrive il saggio “Dimenticare non si può – padre Cravotta”; nello stesso anno scrive “C’era una volta – raccolta di racconti popolari”. E’ del 2015 il libro, scritto con l’amico Gaetano Vicari, “Uno squarcio di paese fra passato e presente” in onore del quartiere Grazia.  “Libidine di un angelo” è invece il suo primo romanzo.

Rita Bevilacqua

Previous Enna. Il tecnico ennese Sebastiano Restivo in Cina per la promozione del calcio nelle scuole
Next PIETRAPERZIA. Istituto comprensivo “Vincenzo Guarnaccia”. Il 10 settembre ricomincia la scuola.