Barrafranca. M5S su tutte le furie dopo l’abbandono della seduta consiliare da parte di sindaco e assessori

Barrafranca. M5S su tutte le furie dopo l’abbandono della seduta consiliare da parte di sindaco e assessori

Ecco a voi un comunicato del M5S a firma dei consiglieri Barresi, Tambè e Baglio dopo l’ennesima seduta del consiglio comunale.

“Non ci resta che farvi i complimenti”. Questa la frase da parte dei rappresentanti del M5S dopo che lo scorso 19 giugno si era riunito il consiglio comunale per discutere ben 27 punti all’ordine del giorno (più 3 aggiuntivi). Un consiglio tanto atteso perchè dopo la crisi politico-amministrativa che ha visto la maggioranza spaccarsi sul tema aliquote retroattive sulle imposte comunali ( da estendersi anche per il 2104 e il 2015) il sindaco Accardi ha presentato l’ennesima giunta comunale.

” E che Giunta?” asserisce il M5S.

Tra i punti all’ordine del giorno due riproposizioni, (i punti numero 11 e 13) che erano stati già discussi e votati nel consiglio comunale del 4 maggio scorso sulla scottante tematica delle aliquote retroattive.

” Ebbene, oltre l’immaginabile, abbiamo assistito ad un consiglio comunale fatto di presentazioni (bellissime mai sia), complimenti (stupendi per carità), scambi di auguri reciproci (senza cannoli freschi freschi), uso dei termini inglesi di grande inventiva e la lettura della fantastica piattaforma programmatica; in pratica tutti i buoni propositi del sindaco, della nuova giunta e della nuova maggioranza (???), come se fossimo in campagna elettorale. E chi più ne ha, più ne metta!”

I nostri 3 portavoce, soliti guastafeste, hanno voluto evidenziare che non è avvenuta nel migliore dei modi la nomina della nuova Giunta, che salta all’occhio la caratteristica di alcuni assessori “bini” e “trini”, che alcuni punti importanti non sono stati inseriti nella famosa piattaforma programmatica (es. Viale Generale Cannada), che non sono state curate le posizioni di alcuni consiglieri che stanno un pò qua e un po là, che si congratulano e si complimentano ma che rimangono (forse) all’opposizione……

Abbiamo chiesto ai nuovi assessori se la loro nomina è “a termine” o durerà fino a legislatura ma ancora non lo sanno e le uniche risposte che loro e alcuni colleghi consiglieri che ci hanno saputo dare sono questi:

“In questa cosa l’unica cosa sicura è la morte ( e noi tocchiamo ferro!!)”. E ancora: ” Non abbiamo la sfera di cristallo”.

Come sempre, molti consiglieri si sono assentanti (qualcuno ormai non ci sorprende più), molti sono arrivati e spariti subito dopo, altri sono stati per molto tempo a bighellonare tra il pubblico e i loro banchi…. insomma, in mezzo a tutto questo marasma, superati gli auguri e gli “in bocca al lupo”, finite le comunicazioni (emozionanti), del presidente , finalmente sembrava che si potesse andare al sodo e a discutere i veri problemi della città ……..

Bocciata l’ennesima mozione al M5S per garantire il quantitativo minimo essenziale d’acqua a tutti i cittadini e per evitare in maniera indiscriminata e senza tutte le cautele di legge il distacco/sigillo della presa per l’utenza idrica. 5 voti a favore (l’opposizione) che erano a favore e 5 voti contrari (la maggioranza che sostiene Accardi). Ah! se solo qualcuno fosse stato in aula per votare… ma la riproporremo aggiungendo altri elementi e informazioni che abbiamo desunto da quella seduta e speriamo che questa volta passi!

Ma signori e signori non siamo arrivati ancora al peggio!!!

Non appena si doveva entrare nel merito delle interrogazioni e discutere dei punti all’Odg più importanti, cosa vediamo?

Ci ritroviamo: noi, cicì e cocò e tre scimmiette sul comò (anzi due !!)

E magia delle magie, potere dei poteri, abracadabra, il sindaco e due dei nuovi assessori (Il Sign. Ragusa e il Dott. Barbagallo), pufh….spariti!!!

Ci complimentiamo per la riuscita del numero magico che ci avete sottoposto in consiglio, non ci siamo accorti davvero di nulla, non c’è trucco, non c’è inganno! Nessuna spiegazione, nessun saluto, nessun dispiacere, nessun “Scusatemi/ci ma devo/dobbiamo andare!

Ehmm…. A chi si fanno le interrogazioni se manca l’interrogato?

A chi si chiedono risposte sul bilancio se manca il vecchio assessore al bilancio (il sindaco) e l’assessore al bilancio nuovo di zecca?

Ci siamo ritrovati ancora una volta con le poltrone vuote a metà consiglio e con un sindaco uscito di scena alla chetichella dopo che aveva promesso che non avrebbe più abbandonato l’aula. Mahhh….

Senso di responsabilità ci viene chiesto … Noi lo abbiamo ma non lo troviamo negli altri.  “Bene del Paese” viene invocato e noi tale “Bene” lo vogliamo! Ma dove scompaiono ogni tanto coloro che lo reclamano? Vogliamo continuare avanti così? E’ così che si continua ad amministrare questo comune?

Sono già due consiglio comunali che non si decide nulla di importante. E’ dal 2014 che non si chiudono i bilanci di questo comune (esiste una regia occulta di tutto ciò).  E’ da almeno un anno che si sarebbe dovuto approvare l’ipotesi di bilancio stabilmente riequilibrato” ed invece non se ne ha traccia. Alcune commissioni consiliari vengono ripetutamente disertate e l’unica cosa certa e sicura a cui assistiamo  è questo cambio di assessori e assessori (16 nomine in 2 anni).

Noi siamo veramente arrabbiati e stanchi. La gente ci ha votato per risolvere i problemi della comunità. Il sindaco ha poi avuto una maggioranza solida (10 consiglieri su 16) e tale maggioranza, dopo averla persa, va cercando di trovarla anche “raccogliticcia”. Sarà in grado, lui, la sua giunta e la sua maggioranza con la quale condivide la responsabilità di amministrare questa città, di risolvere i principali e i veri problemi di questa città? A noi forza di opposizione, rimane solo di gridarvi: ” Se non siete in grado di farlo, perchè vi interessa turnare assessore e avere assessorati, fateci il favore di ritornare al voto perchè questa città merita di avere un governo stabile che sappia rispondere ai cittadini e non a strane alchimie di palazzo!!!!

Previous Siciliani e Sicilianità-La notte di San Giovanni e l’acqua profumata che preserva dalle malattie
Next I lavoratori dell'ex Rmi: " Noi rappresentati dal sindacato di categoria Snalv Confsal di Caltanissetta con Manuel Bonaffini e Carmelo Oliveri