La Regione Siciliana diffida il consiglio comunale ad approvare le tariffe

La Regione Siciliana diffida il consiglio comunale ad approvare le tariffe

E’ arrivato oggi nella sede del comune un documento da parte dell’assessorato regionale alle Autonomie Locali e della Funzione Pubblica inviata al Presidente del consiglio comunale e ai consiglieri al fine di approvare “con celerità” le aliquote Imu e Tasi (anno 2014) essendo che – lo dice lo stesso documento – è stato disatteso l’obbligo previsto al riguardo dell’art. 251 del d.lgs. 18 agosto 2000, n. 267. Ricordiamo che le tariffe non furono approvate lo scorso 4 maggio durante la seduta del consiglio comunale. A firma del dirigente Margherita Rizza si invita il presidente del consiglio comunale a disporre entro 2 giorni la convocazione della seduta consiliare con oggetto l’approvazione delle proposte. Ha anche invitato i consiglieri comunali ad approvare le proposte entro 20 giorni.

Previous Giuseppe Paternò al programma televisivo La Corrida di Carlo Conti su Raiuno
Next Il Salotto artistico-letterario “Civico 49” ospita la scrittrice Margherita Vincenza Farruggia