Riproduzione artistica della statua dell’apostolo SANT’ANDREA

Riproduzione artistica della statua dell’apostolo SANT’ANDREA

Cateno e Aldo Ferreri con il maestro Mario Termini

Dopo alcuni anni e diverse vicissitudini, ritorna a far parte dei Santoni della GIUNTA di Pasqua, che ogni anno si svolge a Barrafranca (EN), una riproduzione del Santone o meglio dell’Apustulu Sant’Andrea. Per alcuni anni l’antico Santone non è andato in processione, per cui la Proloco locale e l’Associazione “Pro Pasqua” di Barrafranca, nella persona del presidente Francesco Cannata, hanno manifestato il disagio sociale della mancanza numerica degli apostoli. Da qui la necessità di riprodurre un nuovo Sant’Andrea che diventasse, così, elemento definitivo delle future  festività pasquali. Sono stati i  fratelli Cateno e Aldo Ferreri ad occuparsi della costruzione del nuovo Santone, ai fini di perseverare la continuità della tradizione di famiglia: ricordiamo che Sant’Andrea è stato da sempre proprietà della famiglia Ferreri. Così tempestivamente si sono prodigati a incaricare un artista altezza della situazione. La scelta è ricaduta nella persona del Maestro d’Arte Mario Termine di Enna, rinomato scultore. Dopo aver esaminato l’antico Santone, in possesso di alcuni membri della famiglia Ferreri, il Maestro Termini ha realizzazione un prototipo, conservato gelosamente nel suo laboratorio.  Successivamente, mediante la tecnica del doppio stampo, è stato creato uno stampo in terracotta,  per poi eseguire il tutto in resina, rifinito nei minimi particolari e completato con i dovuti colori e sfumature. Lo stampo in terracotta è custodito dalla stessa famiglia. Il maestro Termini, oltre a rifarsi all’iconografia del vecchio Apostolo, si è molto ispirato ai lineamenti somatici della famiglia Ferreri, lasciando spazio anche alla propria vena artistica.

“Vestizione” con Tiziana Strazzanti in Ferreri e Francesco Cannata

Dopo la realizzazione della testa (alta 90 cm) e delle mani (ispirate alle mani di Cateno Ferreri), si è provveduto alla realizzazione delle altre parti: l’intelaiatura chiamata siggitedda è stata realizzata in ferro tubolare leggero da Salvatore Giacobbe; la tunica è stata cucita da Tiziana Strazzanti in Ferreri; il colletto a bavero e i polsini in pizzo da Marianna Stelletta; la fascia recante il nome è stata ricamata da Veronica Giuliana e infine la scocca che viene appesa alla tunica è stata realizzata da Catia Reda. Quando tutto era pronto, la famiglia Ferreri ha vestito ossia montato e preparato per la festa il nuovo Sant’Andrea, aiutata da Francesco Cannata, che ormai da decenni si occupa della preparazione degli Apostoli.

La presentazione ufficiale è avvenuta domenica 25 marzo 2018 nella chiesa di San Francesco a Barrafranca (EN). Alla presenza del sindaco di Barrafranca Fabio Accardi, del presidente dell’Ass. Pro Pasqua Francesco Cannata, dei proprietari degli altri Apustuli, e della famiglia Ferreri, la nuova riproduzione artistica di Sant’Andrea è stata svelata e benedetta da don Giacomo Zangara, entrando così ufficialmente nella cerchia dei dodici Santoni processionali di Barrafranca.

– MARIO TERMINI nasce ad Asmara (Eritrea) nel 1943. Nel 1963 ha conseguito il diploma di Maestro d’Arte presso l’Istituto d’arte di Palermo.  Abilitato all’insegnamento del disegno dal 1964, ha insegnato in vari istituti della provincia di Enna.  Dal 1964 a oggi ha partecipato a numerose collettive. Tante le opere realizzate dal Maestro Termini: 1979 Monumento funebre a Enna; 1981 La piccola Demetra Enna; 1983 Monumento dedicato alla Famiglia a Enna; 1986 Madonna dell’autostrada – Termini – Marzilla; 1989 Centro fontana “le Tre Sirenette” – Enna; 1991 Il sarcofago presso il cimitero di Enna; 1992 – Pannello decorativo, cappella privata Enna; 1999 Pannello decorativo cappella privata Enna; 2003 Ambone in bronzo per la chiesa di S. Tommaso Enna; 2005 scultura in bronzo dedicata al Giudice Livatino palazzo di giustizia Enna; 2009 Campana per la chiesa di S. Maria degli Angeli Enna; 2009 S. Maria degli angeli scultura in resina e polvere di Marmo; 2010 Direttore Artistico ed Ideatore del I° simposio internazionale di scultura Federico II “Stupor Mundi”; 2010 S. Lucia per la casa di riposo di S. Lucia Principi di Piemonte Enna; 2011 Direttore Artistico ed Ideatore del II° simposio 20 Sculture per i venti comuni di Enna in occasione Del 150° Anniversario dell’unità d’Italia; 2012  3° Simposio Internazionale di scultura  “Le tre Marie” tre sculture di 12 mt per tre coppie di scultori eseguiti presso una vecchia cava di arenaria in 45 giorni,in alto rilievo (in fase di progettazione)

GIUNTA di Pasqua 2018

-Riguardo ai dodici apostoli dobbiamo fare una precisazione: nel vangelo di Matteo (10,1) apprendiamo che i dodici apostoli sono: Simone e il fratello Andrea, Giacomo di Zabedèo (detto il Maggiore) e suo fratello Giovanni, Filippo, Bartolomeo, Tommaso, Matteo detto Levi, poiché pubblicano, Giacomo di Alfeo (detto il Minore), Giuda detto Taddeo (che significa magnanimo), Simone il Cananeo o Zelota, Giuda Iscariota. Fino agli anni ’70, a Barrafranca le statue degli apostoli erano 10, solo in seguito furono aggiunti San Taddeo e San Filippo, realizzati dal maestro Gaetano Orofino. Tra questi  “Apustuli” è presente San Mattia, che fu scelto dagli altri Apostoli a sostituire Giuda Iscariota, mentre manca San Giacomo di Alfeo, detto il Minore e al suo posto troviamo San Paolo, che come tutti sanno non era un apostolo di Gesù, ma un grande predicatore e padre della chiesa.

Rita Bevilacqua

 

 

Previous Pietraperzia. Grande spettacolo con i video mapping de "L'Ancontru"
Next Barrafranca. Grave incidente in viale della pace