Carnevale 2018- “Letture in maschera e… marionette” gli eventi svoltisi a cura del Circolo di Cultura

Carnevale 2018- “Letture in maschera e… marionette” gli eventi svoltisi a cura del Circolo di Cultura

Momenti di intrattenimento

In occasione del Carnevale, il Circolo di Cultura di Barrafranca (EN), con il patrocinio del Comune di Barrafranca, ha organizzato due eventi dal titolo “Letture in maschera e… marionette”, nei giorni 7 e 9 febbraio 2018 al Palagiovani di Viale Signore Ritrovato dalle ore 17.00 alle ore  20.00. L’obiettivo è stato quello di fornire le basi per un buon sviluppo culturale, soprattutto nei piccoli, mediante la diffusione della lettura, intesa come principale pratica di arricchimento culturale, in modo tale che i più piccoli e le famiglie riescano a comprendere l’importanza della lettura, ad amarla e a considerarla un tesoro da scoprire. “Crediamo che la lettura offerta dall’adulto al bambino- afferma la prof.ssa Edwige Terranova, vice presidente del Circolo di Cultura- sia molto importante per creare un rapporto di fiducia, comprensione e sintonia con i propri genitori. La lettura, inoltre, produce effetti positivi sul piano cognitivo, emotivo e sociale. Per questo, infatti, i due eventi erano dedicati alle famiglie con bambini dai 3 ai 10 anni, e non solo ai bambini.”

Organizzatori degli eventi

Gli eventi sono stati organizzati dalla prof.ssa Edwige Terranova (vice presidente del Circolo di Cultura), prof.ssa Daniela Bognanni (socia del Circolo di Cultura), ins. Gisella Nicoletti (socia del Circolo di Cultura), Stella Nicoletti (socia del Circolo di Cultura) con la preziosa collaborazione di Giuseppe Paternò, Sergio Calabrese, Anna Maria Avola (dipendente della biblioteca comunale) e Angela Faraci. Alle due serate hanno partecipato un centinaio di bambini, da subito curiosi di conoscere le maschere indossate dagli organizzatori. Aiuti dai loro genitori e dagli organizzatori, i piccoli partecipanti hanno decorato una maschera e una corona. Gli è stato spiegato il significato del Carnevale, proponendo letture (La fuga di Pulcinella di G. Rodari, Il vestito di Arlecchino di G. Rodari e altre…),favole (E così fu carnevale scritta da Rossana Costantino), indovinelli e filastrocche che avessero come tema il Carnevale. Ogni organizzatore si è presentato vestito con le maschere storiche carnevalesche: Arlecchino (Stella), Balanzone (Giuseppe), Pulcinella (Edwige), Gianduia (Gisella), Peppe Nappa (Sergio), Colombina (Angela), Meneghino (Anna Maria) e hanno interpretato dei racconti di G. Rodari (Gli esami di Arlecchino in due atti e Arlecchino finto ammalato) con delle rivisitazioni fatte dalla socia del Circolo di Cultura, Stella Nicoletti. “Abbiamo preso spunto – spiega la Nicoletti- dalla commedia dell’arte per rappresentare alcune letture dialogate e rappresentate dalle maschere tradizionali italiane. La nostra, dunque, non è stata una vera e propria recita, ma una lettura animata e creativa, atta a richiamare l’attenzione di grandi e piccini, stimolando la capacità di ascolto. Il nostro obiettivo era far divertire imparando e pensiamo di esserci proprio riusciti.”

I piccoli partecipanti con i loro genitori

Dopo una merenda a base di chiacchiere, di dolci di carnevale e di succhi di frutta i bambini hanno visto uno spettacolo di Marionette e hanno ballato con l’animazione del gruppo The Crazy Staff Animation.

Grande divertimento dunque e grande soddisfazione non solo per gli organizzatori, ma anche per i genitori dei piccoli partecipanti. “È stato bellissimo- ci spiega Marianna Bonfirraro, mamma di due bambine partecipanti, – trascorrere un pomeriggio con le mie bimbe, in cui hanno imparato a riconoscere le maschere storiche, attraverso il proprio costume, e a collocarle nella giusta posizione geografica. Il divertimento è stato sano e costruttivo, ha contribuito a rafforzare il rapporto genitore-figlio”.

 

Rita Bevilacqua

Previous VIDEO - La conclusione de "I Pignatuna" edizione 2018
Next Comunicato dell'Associazione "Tutti in sella" in merito alla conclusione dei Pignatuna 2018