La Biblioteca Comunale di Barrafranca aderisce al Programma Nazionale “Nati per Leggere”

La Biblioteca Comunale di Barrafranca aderisce al Programma Nazionale “Nati per Leggere”

Per il primo anno, la Biblioteca Comunale di Barrafranca (EN), che fa parte del III Settore diretto dalla dott.ssa Anna Schirò, ha aderito al Programma Nazionale “Nati per Leggere”, che si prefigge di avvicinare i bambini, anche nella più tenera età, alla lettura.

In occasione della “Settimana Nazionale Nati per Leggere 18/26 novembre 2017”, il primo di una lunga serie di eventi si è svolto giovedì  23 novembre 2017 dalle ore 10.00 presso le sezioni A e B della scuola dell’Infanzia dell’Istituto Comprensivo “S. Giovanni Bosco” di Barrafranca, diretto dal dott. Filippo Aleo. Le collaboratrici della Biblioteca Comunale Lucia Collerone e Anna Maria Avola sono andate personalmente nelle classi, portandosi dietro alcuni libri adatti ai bimbi dai 3 ai 5 anni d’età e, alla presenza delle maestre e di alcune mamme, hanno dato  voce alle letture. Attorniate dai bambini, le due collaboratrici hanno letto fiabe e racconti, tra lo sguardo incantato dei bambini, entusiasti di quelle presenze. Alla fine delle letture, i bimbi hanno voluto che le maestre prendessero  in prestito altri racconti da poter leggere durante le attività scolastiche. A questo primo incontro non ha potuto partecipare la collaboratrice Liboria Tambè, che sarà presente negli altri incontri.

Per aderire a questo progetto, le collaboratrici della Biblioteca Comunale hanno partecipato al Corso multidisciplinare per operatori e per volontari “Nati per Leggere”, cui erano presenti bibliotecari, educatori e insegnanti, pediatri e operatori culturali, volontari provenienti dalle province di Enna e Caltanissetta, tutti uniti per dare avvio a un programma nazionale di valenza sociale. Il corso si è tenuto il 27 e 28 ottobre, la prima giornata presso la Soprintendenza per i beni culturali e ambientali di Enna e la seconda presso l’Università Kore, Facoltà di studi classici, linguistici e della formazione. . Hanno formato i corsisti, coinvolgendoli anche in attività di gruppo e nella progettazione di attività, Provvidenza Maria Mogavero (Referente regionale NpL e formatrice del corso multidisciplinare per operatori), Margherita Abbate (formatrice dei volontari), insieme a Paola Cappè (Referente NpL per la provincia di Siracusa), Gabriella Milone (Referente dell’Associazione culturale pediatri per la provincia di Catania) e Antonella Provenzano (del Centro per la salute del bambino).

Il Programma nazionale Nati per Leggere è attivo dal 1999 ed è promosso dall’Associazione Culturale Pediatri – ACP, l’Associazione Italiana Biblioteche – AIB e dal Centro per la Salute del Bambino onlus – CSB. Il cuore del Programma è la lettura in famiglia fin da piccoli, intesa come momento che crea relazione e intimità tra adulto e bambino. Le ricerche scientifiche dimostrano che leggere insieme, già dai primi mesi di vita e con continuità, contribuisce positivamente a un significativo sviluppo cognitivo, linguistico ed emotivo del bambino. Come per tutti gli interventi precoci, quanto prima s’interviene, tanto maggiori e più durevoli sono i benefici nel corso della vita. Per questo iniziare a leggere costantemente ai bambini da piccolissimi, e prima ancora nella pancia della mamma, costituisce una grande opportunità di sviluppo cognitivo, relazionale e sociale.

Rita Bevilacqua

Previous Prima vittoria in trasferta della Barrese in casa della Nisiana
Next Festa dell’Immacolata Concezione- Barrafranca