Mazzarino tutta piange per don Carmelo Bilardo

Mazzarino tutta piange per don Carmelo Bilardo

Mazzarino in lacrime per la scomparsa di don Carmelo Bilardo. Il vicario foraneo della città (73 anni) lascia i suoi figli. Il 13 giugno l’ultima messa da lui celebrata in basilica, un mese dopo nella tarda mattinata di giovedì 13 le campane della città hanno dato il triste annuncio. Il padre della chiesa mazzarinese, l’instancabile e amorevole “patri Bilardu”, assistito dalla Madonna del Mazzaro, fino alla fine delle sue forze si è speso per la sua comunità. Ogni sera di maggio, mese del Compatrono Crocifisso dell’Olmo, provato dalla malattia, ha letto la parola di Dio, accanto a don Daniele Neschisi, giovane sacerdote che in questi mesi lo ha sostituito, e che insieme a don Salvatore Chiolo costituiscono i frutti preziosi del suo sacerdozio. Ancora sofferente ha preparato per i mazzarinesi che ha tanto amato, il settembre mariano della Patrona della città, come ha sempre fatto sin dall’età di 32 anni quando (dopo 7 anni di vice parroco presso la chiesa Madre) nel 1975 mons. Sebastiano Rosso le affida la parrocchia Madonna del Mazzaro. Mazzarino perde un’icona di bontà, un pilastro di operosità e di amore verso il prossimo. Ha scritto con i fatti numerose pagine della storia mazzarinese promuovendo il “bello” della persona umana e di ogni sua attività, portando in alto il nome della città, riconoscendo in questo il ruolo fondamentale dei mass media. Memorabili i servizi Rai e Tv2000 da Mazzarino, il viaggio in Vaticano nel 2014 della statua della Madonna, i lunghi incontri con gli ultimi tre Papi della chiesa, per farsi concedere quelle impronte delle mani che oggi spiccano nelle porte bronzee della basilica. Mettendo al primo posto il dialogo, l’unione, la pace, la misericordia, ha coltivato la formazione umana e cristiana di molti giovani ai quali lascia una grande eredità spirituale. Forte, simbolo di vitalità, innovatore e dispensatore di parole di bene, aveva espresso il sogno di tornare a Lourdes anche se da malato, lui che era anche cappellano d’onore della Basilica Madonna di Lourdes. Nella sua casa, la Madonna del Mazzaro, venerdì 14 alle ore 16 sono celebrati i solenni funerali. “La mia sposa è una ed è la Madonna del Mazzaro – così ha ringraziato l’assemblea don Carmelo nel giorno del suo 40° anniversario di parrocato – come il cieco grido al Signore “abbi pietà di me” e gli chiedo di vedere Dio come Padre, Gesù come Salvatore, lo Spirito Santo come amore e la vergine Madonna del Mazzaro come rifugio”.
Concetta Santagati (La Sicilia del 14.07.2017)

Previous Pietraperzia. È morto lo scrittore ed artista Silvestro Viola. Aveva 56 anni.
Next Video/ 6 Giornata: Torneo Italia Giovani: Enjoy Room, 3 G Alimentari e Body Fre fanno il pieno